Cosa si sa di Nizza: dieci minori tra le vittime, grave un italiano di Cuneo

FacebookPrintCondividi

Tra i morti di Nizza ci sono “dieci bambini e adolescenti”: lo ha detto il procuratore, Francois Molins, nel corso di un intervento specificando anche che il killer era da solo alla guida del camion frigorifero e che era noto alle autorità francesi “per minacce, violenze, furto ed era stato condannato il 24 marzo del 2016 ad una pena di 6 mesi di carcere per violenza volontaria commessa nel gennaio” dello stesso anno.

“Non mi risulta che ci siano bambini italiani tra quelli ancora ricoverati. Da ieri sera non ho visto minori italiani giungere in ospedale”. Lo ha detto Federico Solla, chirurgo ortopedico in servizio all’ospedale pediatrico di Nizza Fondation Lenval.

Sono ancora 15 i bambini ricoverati all’ospedale pediatrico Fondation Lenval. Quattro-cinque sono in condizioni critiche a causa di seri traumi cranici. Lo ha riferito Federico Solla, chirurgo ortopedico che lavora nell’ospedale nizzardo che si trova proprio dietro la Promenade des Anglais. “In totale sono arrivati una cinquantina di bambini – ha spiegato – e la maggior parte di loro è stata già dimessa”. Solla ha aggiunto che non gli risulta ci siano minori italiani giunti in ospedale. La polizia francese ha invitato gli utenti di Twitter, inoltre, a non diffondere contenuti violenti e le immagini scioccanti sulla strage di Nizza in cui sono rimasti coinvolti numerosi bambini.

Ma quanti sono i feriti in tutto? Secondo l’ultimo bollettino sono 188 i feriti ospedalizzati, di cui 98 gravi. 38 di questi pazienti sono bambini, minori di 15 anni”. Antonio Iannelli, chirurgo italiano del Centre Hospitalier Universitaire di Nizza ha detto che un dato raccapricciante è che non ci sono più sale per fare autopsie. “Le autopsie di Medicina Legale le stanno facendo nel servizio di Anatomia, perché non c’è più spazio in ospedale”.

Uno dei feriti gravi è un italiano: è  stato trovato dai familiari, ricoverato all’ospedale Pasteur di Nizza in gravissime condizioni e si tratta di Andrea Avagnina, 53 anni, consigliere comunale di S.Michele di Mondovì (Cuneo). Non si hanno ancora notizie, invece, della moglie, Marinella Ravotti, 55 anni, dipendente dell’Asl. La coppia era in vacanza dall’inizio della settimana nella ‘capitale’ della Costa Azzurra, dove è proprietaria di una casa.