Scontro treni in Puglia: la Procura indaga per omicidio colposo plurimo

La procura di Trani indaga per omicidio colposo plurimo e disastro ferroviario. Mentre il numero delle vittime – già venti – senbra purtroppo destinato a salire, la procura competente per territorio si muove e formula le ipotesi. Per questa tragedia che si è verificata in Puglia dove due treni si sono scontrati frontalmente a Corato la Procura di Trani ha aperto un fascicolo. Al momento a carico di ignoti. Le indagini muovono in queste ore i primi passi e tanto ci sarà da fare e verificare. Frattanto Altero Matteoli, presidente della commissione lavori pubblici e comunicazioni del Senato, chiede con forza che si riesca nel più breve tempo possibile a “risalire alle cause del tragico incidente ferroviario accaduto in Puglia è doveroso e non dubito che presto si riusciranno a scoprire. Già oggi pomeriggio la Commissione del Senato, che mi onoro di presiedere, ha cominciato a mettere attenzione al disastro anche per verificare quali sono le condizioni e l’efficienza dei sistemi di sicurezza installati sulla linea ferrata interessata. Tutti i componenti della Commissione hanno auspicato che, non appena avrà gli elementi per spiegare cause e eventuali responsabilità dello scontro, il ministro Delrio venga in Senato a riferire. Esprimo – conclude Matteoli –  il più sentito cordoglio ai familiari delle vittime, l’augurio di pronta guarigione ai feriti e sostegno all’azione dei soccorritori che stanno operando con il massimo della professionalità e dell’impegno”.