Altro sangue in Germania: rifugiato uccide donna col machete (video)

È un ventunenne siriano, richiedente asilo in Germania, l’assassino che ha ucciso a colpi di machete una donna e ferito due persone a Reutlingen, vicino Stoccarda. Il profugo sarebbe già noto alla polizia perché avrebbe compiuto altri atti di violenza. È stato arrestato pochi minuti dopo dagli agenti. La donna uccisa a Reutlinghen secondo media tedeschi lavorava nel negozio di kebab, ma l’aggressione è avvenuta nelle vicinanze, a Listplatz. Altre due persone rimaste ferite a colpi di machete sarebbero un uomo e una donna. Secondo i media tedeschi che non ci sarebbero altri assalitori e il motivo dell’omicidio al momento non è chiaro. La Sueddeutsche Zeitung online dice che alcuni testimoni hanno riferito alla polizia di una lite fra l’assalitore e la donna: i toni si sarebbero accesi fino a quando l’uomo avrebbe aggredito e ucciso la donna, ferendo poi altre due persone. Non si capisce però come potesse avere quel machete. Secondo un testimone citato dalla Bild, l’assassino era «completamente impazzito. Si è addirittura messo ad inseguire con il suo machete una macchina della polizia». È stato investito a quel punto da un’auto, è caduto ed è stato bloccato. In zona sono arrivate subito le forze dell’ordine e le ambulanze. Per la donna non c’è stato nulla da fare. I fatti sono avvenuti in Karlstrasse, una via a poca distanza dalla stazione ferroviaria.