Rai, Meloni all’attacco: “6500 famiglie pagano lo stipendio del dg”

FacebookPrintCondividi

«Lo Stato pretende che ogni famiglia paghi 100 euro l’anno di canone Rai. Ci vogliono 6500 famiglie solo per pagare lo stipendio dell’amministratore delegato, che guadagna 650 mila euro l’anno». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni citando lo stipendio (reso noto da poche ore) del direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall’Orto, nella foto, imposto da Matteo Renzi. La leader di Fratelli d’Italia ricorda inoltre che «servono decine di migliaia di famiglie per retribuire gli stipendi di decine e decine di mega dirigenti della tv di Stato. A voi sembra normale? Io penso che il tetto di 240 mila euro previsto per i dipendenti pubblici debba valere anche per la Rai. Siete d’accordo?».

Gasparri sui compensi Rai: “Fanno i nababbi a spese degli italiani”

La domanda della Meloni fa il paio con le pesanti critiche dell’ex ministro delle Comunicazioni, Maurizio Gasparri: «Nessuna concessione. La Rai, che paga i lauti stipendi dei suoi dirigenti anche grazie al canone versato dai cittadini, ha il dovere di rendere noto quanto guadagnano i dipendenti. Resta comunque un dato sconcertante: il tetto dei 240 mila euro previsti per i trattamenti economici delle pubbliche amministrazioni è sistematicamente violato. Dal dg Gubitosi in poi le hanno pensate tutte pur di eludere le norme». Secondo il senatore di Forza Italia, «serve un freno e il rispetto delle regole, a cominciare dallo strapagato direttore generale per proseguire con dirigenti che per le loro scadenti prestazioni meriterebbero ben altra ricompensa. Bene gli esposti, bene maggiore chiarezza e se necessario l’intervento della magistratura per fermare gli spropositati stipendi di autentici nababbi a spese degli italiani».