Nizza, Putin: «Un attacco barbaro. Il mondo civile si unisca contro l’Isis»

L’Europa e il mondo sotto choc dopo l’attentato terroristico di Nizza nel quale sono morti 84 persone (ma il bilancio delle vittime purtroppo è destinato a salire).

Nizza, Obama: le nostre preghiere alle famiglie

Tra i primi messaggi dei big della terra quello del presidente degli Stati Uniti Barack Obama: «In nome del popolo americano, condanno duramente quello che sembra essere un orribile attacco terroristico a Nizza, in Francia, che ha provocato decine di morti e feriti fra civili innocenti. Ho dato ordine al mio staff di rimanere in contatto con le autorità francesi, e ho offerto la mia assistenza per indagare su questo attacco e consegnare i responsabili alla giustizia». Le nostre preghiere – ha aggiunto Obama – vanno alle famiglie delle persone uccise e auguriamo una pronta guarigione a coloro che sono rimasti feriti. Esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza alla Francia, il nostro più antico alleato, affinché risponda e si riprenda da questo attacco».

Putin: il mondo civile si unisca

Vladimir Putin ha inviato un telegramma al suo omologo presidente francese, François Hollande, nel quale ha espresso profondo cordoglio dopo quello che ha definito un «disumano, barbaro attacco terroristico». La Russia esprime solidarietà al popolo di Francia in questi giorni difficili e condivide pienamente il suo dolore, ha riferito il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov. «Tutte le forze del mondo civile – ha aggiunto Putin – si uniscano per sconfiggere questo male tremendo».

Trump: basta buonismo

Donald Trump, invece, ha annunciato l’intenzione di rinviare l’annuncio in programma per venerdì sulla scelta di chi correrà al suo fianco come candidato alla vicepresidenza. «Alla luce dell’orribile attacco a Nizza ho rinviato la conferenza stampa di venerdì riguardante l’annuncio sul mio vicepresidente», ha scritto su Twitter. L’ ex speaker della Camera Usa Newt Gingrich, indicato come uno dei possibili candidati per la vicepresidenza di Donald Trump, ha commentato l’attacco di Nizza proponendo l’espulsione dagli Stati Uniti di tutti i musulmani fedeli alla sharia.

Merkel: al fianco della Francia

La cancelliera tedesca Angela Merkel, dalla Mongolia dove si trova per una visita, ha detto che la Germania è al fianco della Francia nella lotta al terrorismo. «Sono convinta che malgrado tutte le difficoltà vinceremo questa battaglia. L’orrore dell’attacco di Nizza è difficile da rendere con le parole. Tutti i pensieri sono con i nostri amici francesi». La neopremier britannica Theresa May ha condannato lo «spaventoso» attacco terroristico, affermando che il Regno Unito deve raddoppiare i suoi sforzi per sconfiggere i «brutali assassini» terroristi. Il Regno Unito, ha aggiunto parlando prima di una visita in Scozia, è «al fianco» della Francia dopo questo attacco. Quanto accaduto ieri sera a Nizza è stato un attacco «ripugnante e terribile». « Le ferite fisiche e psicologiche ci metteranno del tempo a rimarginarsi ma faccio appello ai francesi a non cedere alle sirene della divisione e dell’odio. Libertà, uguaglianza, fraternità: la Francia resterà in piedi», ha dichiarato il presidente dell’Europarlamento Martin Schulz, sopraffatto da «un’immensa emozione».