Psicosi da Isis, a Cannes vietato portare borse grandi in spiaggia

FacebookPrintCondividi

Borse o valigie di grosse dimensioni sono state bandite per l’estate dalle spiagge di Cannes: lo ha deciso il sindaco della celebre località turistica della Costa Azzurra, David Lisnard, come “misura di sicurezza” antiterrorismo nel quadro dello stato d’emergenza decretato in Francia fino al gennaio del 2017. In particolare la delibera comunale vieta di passeggiare lungo il litorale o sulle spiagge con borse di grosse dimensioni o altre valigie. Il timore è che possano nascondere armi o esplosivi. Le borse o le valigie voluminose sono ormai vietate sulla Croisette di Cannes, su tutti i viali del lungomare e sulle spiagge della celebre località balneare, una delle più note di Francia. La delibera attribuisce nuovi poteri alle forze dell’ordine. “La polizia municipale e tutti gli altri agenti hanno ora il diritto di allontanare chiunque porti un borsone”, dice il sindaco Lisnard, iscritto al partito di destra dei Républicains, lo stesso dell’ex presidente Nicolas Sarkozy. Sulle spiagge, racconta France Info, alcuni villeggianti sono perplessi. Una donna spiega che andare al mare “senza una grossa borsa è difficile”. Per un altro servirebbero piuttosto più agenti per controllare: “Chi vuole creare problemi di sorveglianza non ha obbligatoriamente bisogno di uno zaino”.