La Francia piange, il Portogallo fa festa. Ma la vera sorpresa è stata l’Islanda

Per la Francia è stata un’umiliazione, per il Portogallo la finale di Euro 2016 ha segnato una pagina di riscossa. La stampa d’Oltralpe ha dato voce alla delusione dei francesi con titoli inequivocabili. “Una sconfitta crudele”, “una pugnalata al cuore”: così L’Equipe ha definito la sconfitta dei Bleus nella finale con il Portogallo, sotto il titolo “Affranti” che campeggia in prima pagina con una foto di Paul Pogba che si copre il viso con maglia e mani. Tutti i commenti sono incentrati sulla grande occasione persa per vincere per la terza volta un titolo in casa dopo l’europeo del 1984 e il mondiale 1998 e sulla crudeltà di veder sfumare il sogno a pochi minuti dai calci di rigore.

“Nel calcio purtroppo non sempre vince la Coppa la squadra migliore”, è l’amaro commento del giornale sportivo francese. “Il sogno è infranto”, ha titolato Le Figaro, “Non era il nostro giorno” è la sintesi del Parisien. “Dieci anni dopo la disillusione patita contro l’Italia”, ha scritto L’Equipe, “la Francia si piega di nuovo e non è detto che si riprenda così rapidamente”. Nelle pagelle i grandi bocciati sono Pogba con (“Deludente, mai influente”) e Payet con un 3. Non ha convinto nemmeno il ct Deschamps, sebbene le sue scelte “non hanno pesato sull’esito della finale”.

Tutt’altro ‘clima’, ovviamente, sulle pagine dei giornali lusitani. La vittoria del Portogallo nella finale dell’Euro contro la Francia costituisce “il più grande successo del calcio portoghese”, scrive Metro, che saluta Cristiano Ronaldo come il nuovo “Re d’Europa”. “Eterni” (O Jogo), “Epici” (Record): i titoli sono enfatici e mettono in evidenza la prodezza nei supplementari di Eder. Il suo volto campeggia su A Publico con il titolo: “Il 10 luglio è il giorno del Portogallo”.

Se è vero che molto si parlerà del primo trionfo internazionale del Portogallo, tutti i commentatori concordano su un dato: è stata l’Islanda la più bella sorpresa di Euro 2016. Una squadra che ha offerto un’immagine convincente del calcio mostrando in campo e fuori spirito di gruppo, impegno, sacrificio, carattere e quell’ingrediente raro dal nome “Paura Zero”. La “Geyser Song” con giocatori e tifosi protagonisti è stata un po’ la colonna sonora di questi Europei.

La festa del Portogallo è stata infine parzialmente rovinata dall’esito degli esami a cui Ronaldo si è subito sottoposto. L’esito parla di una lesione di primo grado al legamento laterale interno del ginocchio sinistro con stop di almeno un mese. Il campione lusitano sarà così costretto a saltare la sfida di Supercoppa Europea tutta spagnola tra Real Madrid e Siviglia in programma il 9 agosto.