Padova eccellenza sanitaria: in 24 ore trapiantati due cuori e tre reni

FacebookPrintCondividi

A Padova, in 24 ore, è stata effettuata una ‘staffetta’ che ha permesso di trapiantare tre cuori e due reni. Addirittura due cuori sono stati sostituiti in simultanea. La Sanità italiana ha le sue eccellenze. Padova è una di queste e merita perciò tutta l’attenzione possibile. Gli interventi sono avvenuti al Centro trapianto cardiaco dell’Azienda Ospedaliera/Università di Padova ed hanno interessato 2 uomini e una donna. I riceventi sono di età tra i 50 e i 65 anni. La staffetta dei medici dell’Azienda Ospedaliera, con uno sforzo notevole, ha visto all’opera più equipe cardiochirurgiche, chirurgiche, anestesiologiche, infermieristiche, di personale tecnico di supporto e amministrativo, con l’unico obiettivo di salvare in tempo le vite umane. Il primo trapianto di cuore, avvenuto nelle scorse 24 ore, è iniziato alle 11.40 e si è concluso alle 16.15. Il secondo è cominciato alle 3.00 del mattino successivo e alle 8.30 in contemporanea è stata aperta una nuova sala operatoria per cominciare le operazioni per il terzo trapianto di cuore in contemporanea al secondo. Alle 12.30 si è concluso il secondo trapianto e alle 18.00 dello stesso giorno è terminato il terzo trapianto di cuore. Per effettuare questa che è stata chiamata  ‘staffetta’ hanno lavorato a pieno regime 7 cardiochirurghi, 4 anestesisti, 4 perfusionisti, 8 infermieri. Sempre nelle stesse 24 ore l’Azienda Ospedaliera di Padova è stata impegnata con il Centro trapianti di Rene in due delicati trapianti effettuati in sequenza. L’attività chirurgica ha coinvolto 12 figure professionali includendo l’equipe chirurgica, anestesiologica ed infermieristica. I due pazienti affetti da grave insufficienza renale cronica che hanno ricevuto il rene sono di età tra i 60 e i 65 anni.