Omicidio Solomon, rabbia Usa sui social: Roma piena di criminali, non andateci

FacebookPrintCondividi

Rabbia e indignazione sui social per la morte violenta dello studente americano Beau Solomon. E molti commenti rimandano all’Italia e a Roma, territori inaffidabili in mano alla criminalità. È l’ennesima figuraccia mondiale della Capitale, città eterna e meta di milioni di turisti dove però si lascia che sugli argini del Tevere proliferino tendopoli di sbandati dediti all’alcolismo e alla microcriminalità. Fenomeno che nei tanti dibattiti sul decoro e sulla sicurezza che hanno accompagnato il voto di giugno è stato ignorato e sottaciuto, come se fosse più importante il dettaglio dei centurioni mascherati al Colosseo. “Dal NY Post al New York Daily News – scrive il messaggero.it – si susseguono infatti da qualche ora una quantità di giudizi ben poco gratificanti sul Belpaese, molti dei quali poi scomparsi in mattinata forse per l’eccessivo carico di livore dettato dall’emozione del momento”. Italiani selvaggi, italiani razzisti, polizia incompetente, Roma infrequentabile e insicura, Italia che non merita di stare nell’Ue, forze dell’ordine corrotte. E in molti casi affiora anche il paragone con il caso di Amanda Knox, con correlate accuse alla inaffidabile giustizia italiana.