Olimpiadi di Rio, si comincia il 5. Federica Pellegrini porterà il Tricolore

FacebookPrintCondividi

Sette giorni allo start. Sabato 5 agosto partiranno  le Olimpiadi di Rio de Janeiro. Ma in Italia, dato il fuso orario, sarà già il 6 agosto: l’inizio della cerimonia d’apertura è previsto per le 19,15 brasiliane quando in Italia sarà passata da un quarto d’ora la mezzanotte. Lo stesso accadrà per la cerimonia di chiusura, prevista per le 19,15 del 21 agosto, quando in Italia sarà mezzanotte e un quarto del 22 agosto. Sono 297 gli atleti azzurri in gara, 155 uomini e 142 donne.

Olimpiadi, la Pellegrino porterà il tricolore

I Giochi olimpici saranno trasmessi in diretta sulle reti Rai. La portabandiera azzurra sarà la campionessa mondiale di nuoto Federica Pellegrini che prende il testimone di Valentina Vezzali, che portò il Tricolore alle Olimpiadi di Londra 2012. Tanti gli atleti azzurri che possono vantare un grande fascino: accomunati non solo dagli ottimi risultati nelle rispettive discipline (dal nuoto, alla scherma, dalla pallovolo al pugilato) ma anche da un fascino fuori dal comune che ha attirato fan e commentatori sui social network. Da Clemente Russo, pugile, a Luca Dotto, campione europeo dei 100 stile libero, da Aldo Montano, schermidore, al due volte campione mondiale di nuoto Filippo Magnini, da Riccardo De Luca, penthatlon moderno, a Massimiliano Ferraro, atletica.

Vinicius e Tom le mascotte

Si chiamano, rispettivamente, Vinicius e Tom le mascotte dell’Olimpiade e dei Giochi paralimpici di Rio 2016. I nomi sono stati comunicati al termine di un referendum promosso sul web. La scelta alla fine ha voluto rendere omaggio a Vinicius de Moraes e Tom Jobim, geni della musica brasiliana. Vinicius è un animale di colore in prevalenza giallo con l’agilità di un felino e la leggerezza di un uccello.

Misure di sicurezza speciali e polemiche

Nei giorni scorsi non sono mancate le consuete polemiche che accompagnano i grandi eventi, questa volta si è trattato del ritardo dei pagamenti degli operai che lavorano per finire i lavori del villaggio atleti (lo ha rivelato a fonte interna al comitato organizzatore dei Giochi a O Globo, che ha rilanciato la notizia sui network brasiliani). Mentre i primi atleti australiani hanno preso possesso dei rispettivi appartamenti del villaggio olimpico di Rio, nella struttura che ospita i partecipanti alle Olimpiadi 2016 è venuta fuori un’altra grana: è impossibile giocare a  nei momenti liberi da riposo e allenamenti. La febbre che sta contagiando il mondo, anche quello dello sport al punto che Josè Mourinho vuole vietare ai suoi giocatori del Man United di usare Pokemon Go nei due giorni precedenti le partite, non ha ancora fatto presa in Brasile dove questa applicazione non è ancora disponibile. Niente distrazioni per gli atleti che dovranno aspettare il ritorno in patria per tornare a giocare (o a rimbambirsi)…