Odissea Meridiana: cancellati 26 voli. E domani sciopera anche Alitalia

A quasi una settimana dalla firma dell’accordo al Ministero dello Sviluppo economico per la compagnia aerea Meridiana, ancora protesta dei dipendenti: per gli ‘irriducibili’ un’altra giornata scandita dai certificati malattia. Mentre uno sciopero del personale navigante di Meridiana Fly è in programma domani dalle 11 alle 15. E problemi creerà anche lo stop del personale Alitalia, che si ferma sempre martedì. Intanto anche oggi la compagnia è stata costretta a cancellare 26 voli fra la Sardegna e le principali città italiane, ed a noleggiare un aereo navetta per riproteggere i passeggeri. L’utilizzo di un B767 consente alla società, anche se ormai i turisti si sono rassegnati a ritardi di ore, di garantire i collegamenti principali. Questo pomeriggio alle 14 nell’aeroporto Costa Smeralda di Olbia è in programma l’assemblea generale dei lavoratori convocata da Usb, Apm e Cobas, le sigle sindacali che non hanno firmato l’accordo del Mise che prevede circa 400 esuberi e la riduzione degli stipendi, procedura propedeutica alla partnership con Qatar Airways.

Su Meridiana interviene l’Autorithy per gli scioperi

L’Autorità di garanzia per gli scioperi ha chiesto a Meridiana, al Prefetto di Sassari e all’Enac «informazioni urgenti e ogni altra utile documentazione, ai fini di eventuali interventi di propria competenza». Lo si apprende da una nota della stessa autorità che spiega di essere intervenuta «con riferimento alle reiterate assenze collettive dal lavoro, motivate come “malattia”, che da alcuni giorni stanno interessando il personale di condotta e di cabina della Società Meridiana Fly, causando irregolarità nel servizio di trasporto con gravi ricadute sull’utenza».