Napoli, uno straniero prende l’arma a una guardia giurata: panico tra la folla

Prove tecniche di reazione al rischio di minacce killer: ma quanta paura. Tutto è accaduto al Centro direzionale di Napoli: protagonista uno straniero che ha seminato il panico tra la folla, giustificando l’immediata – per fortuna davvero immediata – risposta delle forze dell’ordine intervenute così tempestivamente da non dare all’uomo neppure il tempo di agire. E se davvero ci si può ritenere soddisfatti per la gestione della sicurezza improntata nelle nostre città, questa è stata l’ennesima circostanza pubblica di come – specie in questa estate di sangue dopo i fatti di Nizza, Monaco e Rouen – il gesto di un folle,sempre in agguato dietro l’angolo, generi sgomento e terrore.

Straniero ruba l’arma a una guardia giurata

E allora, attimi di paura al Centro direzionale di Napoli dove un cittadino straniero si è impossessato della pistola di una guardia giurata e poi, arma in pugno, ha iniziato a correre lungo i viali seminando il panico tra le tante persone che a quell’ora stavano raggiungendo uffici e luoghi di lavoro. Sul posto sono giunte immediatamente le forze dell’ordine che, non lontano, hanno bloccato l’uomo, rendendolo inoffensivo.

Panico al Centro direzionale di Napoli

Lo straniero, al momento, si trova negli uffici del commissariato di polizia del centro direzionale: non ha documenti e non ha spiegato agli investigatori il motivo del suo gesto, né se fosse estemporaneo o premeditato. L’unica cosa certa, allora, riguarda la dinamica dell’azione criminale: a riguardo, è stato accertato che l’uomo per impossessarsi della pistola ha dato un forte spintone alla guardia giurata, facendola cadere a terraprima ancora di rendersi conto di cosa stesse succedendo.

Straniero semina il panico: le indagini

Da quanto trapela, comunque, ha agito da solo l’uomo non ancora identificato che nelle prime ore della mattina ha preso la pistola ad un vigilantes e ha iniziato a correre lungo i viali del Centro Direzionale, a Napoli, avendo l’arma in pugno e seminando il panico tra quanti a quell’ora si stavano recando presso i diversi uffici della zona, tra i quali il Tribunale ed il Consiglio Regionale. Un elemento che lascia capire che il gesto potrebbe essere determinato da un raptus e non da un piano preordinato. Gli agenti della polizia ora stanno visionando le immagini del sistema di videosorveglianza per ricostruire l’esatta dinamica di quanto accaduto e stanno comunque facendo le verifiche necessarie. In molti hanno ripreso la scena anche con i telefonini: si vede l’uomo, uno straniero molto probabilmente proveniente dall’Africa, correre da un viale all’altro, prima di essere bloccato e disarmato.