Morta a 15 anni travolta da un treno dopo una giornata al mare con amici

Una giornata al mare con gli amici e poi, a sera, il rientro a casa finisce in tragedia. La quindicenne Mariafrancesca Inverso, di San Lucido, a casa non c’è mai arrivata. Ha trovato la morte travolta da un treno nella stazione di Fuscaldo, sulla costa tirrenica cosentina. La ragazza, studentessa al liceo scientifico Galilei di Paola e due amici – un ragazzo ed una ragazza –  dopo una giornata trascorsa sulla spiaggia di Fuscaldo, stavano facendo rientro a San Lucido. Giunti in stazione per prendere il treno, hanno deciso di attraversare i binari invece di usare il sottopassaggio. Una scelta che si è rivelata fatale. I due amici sono riusciti a raggiungere senza problemi il marciapiede del binario tre. Mariafrancesca, forse perché stava usando il telefonino, non ha sentito il fischio del treno Intercity Milano-Reggio Calabria che stava transitando in stazione. Gli amici hanno cercato un ultimo disperato tentativo di tirarla sul marciapiede, ma quando sembrava quasi fatta, forse lo spostamento d’aria del convoglio, ha risucchiato la giovane sotto le ruote del treno. Il macchinista ha tentato di fermare il treno, ma la velocità e la distanza dalla giovane ha reso vano ogni tentativo ed il convoglio si è fermato solo decine di metri più avanti. L’impatto è stato accompagnato dalle urla dei viaggiatori che hanno assistito alla terribile scena.

Quindicenne, lo sconforto di un’intera comunità

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia ferroviaria ed anche i carabinieri ed il pm della Procura di Paola Maria Camodeca. La polfer ha fatto subito i dovuti accertamenti. Sono stati sentiti i testimoni. I due ragazzi che erano con Mariafrancesca sono stati sentiti in un secondo momento, visto che erano sotto choc. Il macchinista ha riferito di avere visto una sagoma sui binari e di avere azionato più volte i segnali acustici ma, vista la breve distanza percorsa in stazione, di non avere potuto evitare l’impatto. La circolazione ferroviaria sulla linea Tirrenica è stata bloccata per ore ed alla fine degli accertamenti il pm ha stabilito che si è trattato di un drammatico incidente. Per questo motivo non ha ritenuto necessario disporre l’autopsia ed ha deciso per la restituzione della salma ai familiari. La notizia della tragica morte della quindicenne ha gettato nel dolore e nello sconforto l’intera comunità di San Lucido.