Meloni all’attacco dei grillini: «Abbaiano ma non mordono. E con le lobby…»

FacebookPrintCondividi

«La riforma costituzionale di Renzi è una grandissima occasione persa e se non passasse il Referendum Costituzionale il Presidente del Consiglio dovrebbe dimettersi». Giorgia Meloni, presidente di Fratelli D’Italia, ospite questa mattina ad Agorà Estate su RaiTre, entra a gamba tesa sul governo Renzi e prepara, con toni duri e polemici, l’appuntamento di sabato ad Arezzo con i Comitati del No. «Ho letto e sentito dire cose di ogni genere: governo tecnico, di scopo, addirittura stamattina c’è qualcuno che dal centrodestra sostiene che Renzi, che non è stato eletto da nessuno a Palazzo Chigi e ha perso le amministrative, debba rimanere in sella anche se perde il referendum. Su questo punto io voglio essere chiarissima: se non dovesse passare il referendum sulla riforma costituzionale Renzi deve dimettersi», ha aggiunto la Meloni, che ha così lanciato l’evento del fine settimana: «Sabato abbiamo promosso un’iniziativa ad Arezzo per parlare della riforma costituzionale partendo dal governo del territorio e per lanciare il Comitato “No, Grazie” che ha raccolto l’adesione di oltre 200 tra sindaci, presidenti di regione, amministratori locali e consiglieri. C’è nella nostra metà campo una bellissima classe dirigente che ogni giorno si confronta con i cittadini e si prende le responsabilità più difficili. Vorrei che fossero loro la prima fila della battaglia referendaria. La manifestazione di Arezzo è allargata a tutti coloro che vogliono essere alternativi a Renzi. Ci saranno Matteo Salvini, Giovanni Toti, gli esponenti di Forza Italia e moltissimi sindaci ma sono invitati a partecipare anche il M5S, la sinistra e quanti volessero darci una mano in questa battaglia».

Dalla leader di Fratelli d’Italia è arrivato anche un pesante attacco ai grillini: «Il candidato in pectore del Movimento 5 Stelle alla carica di premier, Luigi Di Maio, ha voluto incontrare 100 lobbisti per rassicurare i gruppi di interesse. Il messaggio di Di Maio è chiaro: “non preoccupatevi, noi grillini abbaiamo ma non mordiamo, con noi i lobbisti e gli affaristi non hanno nulla da temere”. Ma secondo voi, com’è che questi lobbisti non invitano mai Giorgia Meloni alle loro kermesse?», si è chiesta la su facebook Giorgia Meloni.