L’italia torna a casa tra memorabili gaffe e lacrime d’amore (video)

FacebookPrintCondividi

Prima s’è abbandonata alle lacrime la moglie di Antonio Conte, ripresa dalle telecamere in tribuna subito dopo l’ultimo rigore segnato dalla Germania, seguita da molti tifosi azzurri sugli spalti, poi in tv hanno pianto Gianluigi Buffon e Andrea Barzagli, infine lo stesso mister Conte, nella conferenza stampa di addio alla Nazionale. Tutto ciò accadeva nel giorno dell’eliminazione di una bella Italia dai campionati Europei di calcio, ma anche nel giorno della strage di italiani, sgozzati a Dacca dai terroristi islamici. Un eccesso di amarezza, o forse d’amore, quello dei nazionali azzurri, che hanno comunque interpretato nel modo migliore uno spirito patriottico ritrovato intorno alla squadra di calcio del nostro paese che ha dato filo da torcere, fino all’ultimo, ai campioni del mondo in carica della Germania. Siamo usciti agli ottavi di finale ai calci di rigore, dunque, tra rimpianti e orgoglio nazionale, culminato dalle interviste commosse in tv, ma anche da tante polemiche, nel day after, su alcuni atteggiamenti dei nostri calciatori. Sui social impazza la satira sul rigore tirato alto da Zaza, dopo un interminabile balletto, ma soprattutto sulle “provocazioni” che il centravanti italiano, Pellè, aveva lanciato al portiere tedesco prima di tirare malamente fuori il penalty. «Non volevo prendere in giro nessuno, tantomeno un grande portiere come lui. La mia idea era di tenere fermo Neuer tra i pali, lui è svelto come un gatto a raggiungere l’angolino e io così pensavo di bloccarlo al centro della porta. Tanta era però l’adrenalina in quei momenti concitati che lui manco se ne è accorto. Alla fine mi ha abbracciato e mi ha detto “sei un grande giocatore”», s’è difeso oggi Pellè, chiedendo scusa. Va via dall’Italia Antonio Conte, a sua volta visibilmente emozionato. “Oggi è più difficile di ieri, perché abbiamo realizzato che è finita. Dispiace, dispiace per i ragazzi, che hanno dato tutto. Ma un obiettivo lo abbiamo raggiunto: tutti ci rispettano”. Ma anche lui, prima di trasferirsi al Chelsea, non ha lesinato accuse all’ambiente: “Mi hanno lasciato tutti da solo”. Con chi ce l’aveva? A proposito, ma Renzi ora lo inviterà a Palazzo Chigi o lo lascerà andare via direttamente a Londra?

Le lacrime di Barzagli

 

 

 

Le lacrime di Buffon

https://youtu.be/sp_wy8XTwRc