È iniziata l’era Raggi: arriva Springsteen e Roma va in tilt

FacebookPrintCondividi

Una Roma blindata accoglie il Boss. Sorvegliato speciale il concerto di Bruce Springsteen al Circo Massimo. Dopo la strage terroristica di Nizza che ha nuovamente sconvolto il mondo intero, i sistemi di sicurezza vengono vorticosamente incrementati anche in occasione di grandi eventi culturali e musicali. Tocca al  super spettacolo del Boss svolgersi in un clima di massima allerta. Non a caso la Questura di Roma ha disposto un sistema di sorveglianza molto stringente per l’intera zona. Tutta l’area del Circo Massimo sarà transennata. Oltre 300 gli agenti di polizia cooptati sul posto. Alcuni in borghese infiltrati tra i fan. Il sindaco Raggi ha contattato la Prefetto Basilone per chiederle di rafforzare le misure di sicurezza durante l’evento. Unità cinofile, artificieri e unità specializzate antiterrorismo della polizia e dei carabinieri saranno in azione. Roma è già in tilt.

Concerto Springsteen, allerta terrorismo

 

L’era Raggi inizia con una Roma in cui oggi sarà impossibile muoversi. nella zona del Circo Massimo non sa sarà possibile accedere se non attraverso i cinque varchi che saranno presieduti dalle forze dell’ordine e muniti, ognuno, di metal detector per controllare scrupolosamente l’ingresso di ogni persona. Ancor prima dei varchi, la Questura ha disposto due zone di prefiltraggio, la prima in via dei Cerchi, angolo piazza di Porta Capena, la seconda in viale del Circo Massimo, all’altezza di viale Aventino. Il pubblico potrà accedere all’area attraverso quattro dei cinque varchi: l’ingresso in via di San Gregorio (angolo via dei Cerchi), quello in viale Aventino (nei pressi della fermata metro Circo Massimo), il varco in via della Greca e l’ultimo, riservato ai portatori di handicap e alle donne in stato interessante, all’altezza di piazzale Ugo La Malfa. Il quinto varco, invece, in via dei Cerchi (angolo via San Teodoro) sarà riservato all’ingresso delle autorità e degli addetti ai servizi e ai sistemi logistici.