Hillary Clinton accusa Putin: “Gli hacker russi hanno violato le mie mail”

“Sappiamo che i servizi di intelligence russi hanno violato (il sistema informatico) del Comitato nazionale democratico e sappiamo che hanno fatto in modo di far circolare quelle email e sappiamo che Donald Trump ha mostrato una preoccupante tendenza a sostegno di Putin“. Esce allo scoperto la candidata democratica Hillary Clinton, che in un’intervista con Fox News  attacca direttamente Mosca e il suo rivale candidato dei Repubblicani. E lo fa scegliendo la linea dura contro Putin, proprio per andare nella direzione opposta a quella di Trump, che con Re Vladimir va d’accordo e ha tutta l’intenzione di collborare. Secondo il New York Times, l’attacco ai sistemi informatici democratici sembra provenire da “FancyBear”, che eè collegato al G.R.U, il servizio di intelligence militare russo, “lo stesso operatore implicato nell’attacco al Comitato nazionale” del Partito democratico. Nei giorni scorsi, Trump aveva pubblicamente chiesto “l’aiuto” degli hacker russi per trovare le mail scomparse della Clinton, in quel caso riferendosi però al cosiddetto scandalo Mailgate, ovvero i messaggi che la Clinton avrebbe inviato quando era Segretario di Stato attraverso un server privato.