Giovane rapinata e stuprata in casa: accade nel centro di Milano

Una ragazza di 22 anni è stata aggredita in casa e stuprata a Milano. E’ accaduto la scorsa in via Gaffurio, a pochi passi dalla stazione centrale, quando la giovane si è improvvisamente trovata davanti, nel suo appartamento, uno sconosciuto, descritto come un nordafricano di circa 30 anni. L’uomo l’ha dapprima costretta a cedere il suo telefono cellulare e poi minacciandola con un coltello l’ha trascinata in camera da letto costringendola a subire violenza sessuale. Quando è scappato la ragazza, di nazionalità rumena, l’ha inseguito e incontrando due amici per strada ha chiesto aiuto. Il 118 l’ha trasportata alla clinica Mangiagalli dove è stata soccorsa da personale specializzato in questo genere di reati.

La giovane stuprata ha 22 anni e vive vicino alla stazione

La dinamica della violenza sessuale rimane ancora tutta da chiarire. La giovane romena è stata a lungo sentita dagli investigatori della Polizia di Stato che indagano sull’episodio. Secondo quanto si è appreso il 118 è intervenuto alle 22.40: la 22enne presentava escoriazioni ed ecchimosi ed è stata trasportata in codice verde alla clinica Mangiagalli dove è stata sottoposta al protocollo di supporto antiviolenza. Quello che rimane da accertare è il contesto in cui è maturata l’aggressione, e in particolare come l’uomo sia potuto entrare nell’appartamento. Le indagini sono condotte dalla Squadra mobile. L’aggressore, presumibilmente nordafricano, si è portato via il telefono cellulare della vittima.