Furti ai danni di turisti a Roma: 10 stranieri arrestati dai carabinieri

FacebookPrintCondividi

Furti per le strade della capitale e sui mezzi pubblici: una odiosa ricorrenza criminale che si ripete con una ciclicità inquietante. Ogni tanto, però, lr forze dell’ordine stangano singoli ladri o bande di borseggiatori, bonificando il terreno metropolitano. Almeno fino al prossimo colpo da mettere a segno.

Furti ai turisti: arrestati in 10 tra rom, cileni e bulgari

E allora, il target prescelto per i furti a ripetizione che funestano la quotidianità capitolina dei turisti in visita, sono gli stranieri, distratti quanto ingenui, bersagliati da borseggiatori a loro volta provenienti dall’estero. E a colpire, indifferentemente, sono uomini e donne, giovani inesperti o abili “mani di velluto”. E così, dieci persone sono state arrestate solo nella giornata di sabato per aver compiuto furti ai danni di turisti: in manette grazie a un’operazione dei carabinieri del Comando Provinciale di Roma nelle vie della Capitale e a bordo dei mezzi pubblici sono finiti ladri e borseggiatori occasionali più o meno noti alle forze dell’ordine. E allora, se i carabinieri della stazione Vittorio Veneto hanno arrestato un romeno di 15 anni, già con precedenti, sorpreso, su un treno della linea A della metropolitana, all’altezza della fermata “Repubblica”, subito dopo aver sfilato il portafoglio dalla borsa di una turista; i colleghi dell’Arma della stazione di Roma Macao hanno arrestato un 61enne cileno, già noto alle forze dell’ordine, che è stato sorpreso nella hall di un hotel di via Cernaia dopo aver rubato il trolley di un turista.

I carabinieri impegnati in operazioni in varie zone di Roma

E ancora: un vero vortice di furti e operazioni delle forze dell’ordine mirate a stangare i ladri, quello delle ultime ore, quando – per esempio – in un bar di piazza Santa Maria Maggiore, i carabinieri della Stazione di Roma piazza Dante hanno arrestato tre cileni, di 21, 26 e 35 anni, sorpresi mentre stavano tentando di impossessarsi del portafoglio di una turista giapponese. All’altezza di Ponte Umberto, invece, i militari della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato due romene di 33 e 37 anni, domiciliate nel campo il nomadi via Luigi Candoni, sorprese dopo aver sfilato il portafogli ad una turista austriaca. E ancora, sempre i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina, infine, hanno arrestato tre bulgari, tra cui due donne, di 20, 25 e 37 anni, tutti senza fissa dimora ed incensurati, fermati all’interno di un negozio di via del Corso, subito dopo aver preso il portafoglio ad una turista italiana. In tutti i casi la refurtiva è stata recuperata dai militari e riconsegnata ai proprietari, mentre gli arrestati sono stati trattenuti in attesa del rito direttissimo. Dovranno rispondere a vario titolo di tentato furto aggravato e furto aggravato.