Draghi non tocca i tassi ma apre un paracadute per le banche (video)

FacebookPrintCondividi

«È necessario affrontare la questione dei crediti deteriorati in Europa». Toni bassi ma decisi, quelli del presidente Bce Mario Draghi nella conferenza stampa al termine della riunione odierna del board nella quale anche l’Eurotower ha deciso di non toccare il costo del denaro impostato nella riunione di metà marzo: il tasso di rifanziamento principale è rimasto a quota 0, mentre quello sui depositi delle banche in negativo dello 0,4%. Un paracadute pubblico per le banche (backstop) “è possibile in casi eccezionali” o quando “il mercato dei crediti deteriorati è sotto pressione” per evitare una loro svendita, ha poi aggiunto Mario Draghi. Draghi ha rilevato come i governi possano agire per far “pienamente” funzionare il mercato degli Npl anche con misure legislative.