Brexit, parla la Regina: «Fiducia negli scozzesi». Ma la premier la gela

FacebookPrintCondividi

Cappotto e capellino verde acqua, guanti bianchi e borsa nera, accompagnata dal principe Filippo, la regina Elisabetta, è arrivata al Parlamento di Edimburgo dove ha poi aperto una nuova sessione del Parlamento scozzese. La sovrana, che trascorrerà in Scozia una settimana, come ogni anno all’inizio di luglio, ha salutato la folla che la aspettava fuori dal Parlamento  dove poi è intervenuta con un discorso attesissimo visto l’esito del referendum sulla Brexit: «Resto fiduciosa che i parlamentari scozzesi utilizzeranno il loro potere in modo saggio per continuare a fare gli interessi di tutta la Scozia», ha detto Elisabetta  che si sposterà, poi, nella residenza scozzese del Castello di Balmoral dove, secondo il protocollo, riceverà la first minister Nicola Sturgeon.
«Il mondo in cui viviamo è straordinariamente complesso e si muove ad una velocità incredibile – ha detto la sovrana – Ma l’apertura di una nuova sessione del Parlamento scozzese è un momento di speranza e ottimismo».
Ma l’intervento della first minister scozzese Nicola Sturgeon, intervenuta subito dopo la Regina, all’apertura della quinta sessione del Parlamento scozzese, l’ha gelata: «la Scozia avrà un ruolo in un’Europa più forte – ha detto la premier scozzese – porterà avanti il volere della nostra gente». Che, per il 62 per cento,  ha votato “Remain” al referendum sulla Brexit.