Bono Vox era in un ristorante sul lungomare durante l’attentato

Dopo il Teatro Bataclan – dove è stato tra i primi a calcare le scene subito dopo la mattanza del 13 novembre – stavolta a Bono Vox, il cantante degli U2, è toccato vivere in diretta la strage, lo strazio, la paura, che hanno avvolto in una coltre di morte e disperazione la città di Nizza, colpita al cuore sul lungomare cittadino e proprio durante la celebrazione della Festa nazionale francese del 14 luglio.

Bono Vox a Nizza a pochi passi dalla strage

Non era proprio sul lungomare, Bono Vox, ma di sicuro si ritrovava nell’epicentro dell’attentato terroristico che ha massacrato 84 persone, tra adulti e bambini: il leader degli U2 stava cenando in un famoso ristorante di Nizza al momento della strage: a La Petite Maison del famoso chef Alain Ducasse. Sarà stata la star al tavolo e il garbato clamore suscitato dalla sua presenza in sala tra gli esclusivi ospiti; sarà stato che il locale non si trova esattamente sul lungomare, ma in una strada parallela la Promenade des Anglais, Rue Saint-François-De-Paule, fatto sta che né la rock star, né i clienti del ristorante stellato si sono accorti di nulla.

Nel ristorante nessuno si era accorto di nulla

Dopo, perciò, lo sgomento vissuto appena saputo dell’accaduto, sia per Bono Vox che per gli altri avventori del ristorante stellato, è stato ancora più clamoroso e devastante: quel risuonare continuo di sirene di ambulanze e di forze dell’ordine alle prese coi corpi stritolati delle vittime; l’eco della urla strazianti; quella fiumana di sopravvissuti sotto choc in giro per la città dall’atmosfera spettrale, devono aver stupito e colpito ancora di più gli ignari cittadini tranquillamente a cena a pochi passi dal quell’incredibile massacro…