Arrestato il picchiatore del “Knockout game”: è un noto dj di Barcellona

FacebookPrintCondividi

E’ un noto dj che si era esibito, anche di recente, a Milano con il nome d’arte di Nico Orlando il passante che si fingeva uno sprovveduto turista bisognoso di informazioni e che, negli ultimi 15-20 giorni, ha aggredito diverse persone nel capoluogo lombardo dopo aver chiesto loro alcune informazioni in inglese.
E’ stata la polizia ad arrestare il giovane, uno spagnolo di 23 anni, Nicolas Aitor Orlando Lecumberri, ora accusato di lesioni aggravate con l’aggravante della premeditazione e dei futili motivi.
Lecumberri è stato arrestato ieri dopo l’ultimo episodio che lo ha visto protagonista in corso Lodi 82 a Milano ed è stato denunciato per altri nove episodi di aggressione, sempre con la stessa tecnica: chiedeva informazioni in inglese e quando la vittima iniziava a rispondere veniva investita da una scarica di pugni senza alcun motivo.
Nato a Barcellona, in Spagna, e residente nella contea di Los Angeles, Stati Uniti, dove studia per diventare produttore discografico e lavora come dj e cameriere, Lecumberri in qualche modo un turista lo era davvero dato che soggiornava in ostelli del capoluogo lombardo, anche se per lavoro.
Sarebbe conosciuto per essere un estimatore del cosiddetto “Knockout game” un gioco apparso negli Usa in cui si aggrediscono persone a caso, senza un motivo, per strada e che ha fatto già un paio di vittime.
La prima vittima di Lecumberri – che ha sempre aggredito solo uomini – viene aggredita dal dj a metà pomeriggio del 9 luglio in via Prina. Poi via via tutti gli altri in un crescendo di violenza. Fino all’aggressione di oggi, la decima, che gli è costata l’arresto.