Abusava delle 3 nipotine: nonno orco condannato a 13 anni e mezzo

L’incubo è cominciato nel 1998, ma solo nel 2012 le tre vittime dell’orco, le sue nipotine, hanno trovato il coraggio di confessare quanto subito in quegli anni di violenze, di abusi, di oltraggi fisici e di ferite psicologiche. Eppure il nonno, finito alla sbarra con l’accusa più terribile, quella di aver abusato delle tre nipoti, si è visto condannare a un periodo di reclusione più breve degli anni di violenze da lui comminate alle piccole: 13 anni e mezzo, recita la sentenza emessa dal Tribunale di Oristano.

Abusava delle nipotine: condannato nonno orco

Si chiude così, a livello processuale, il caso del nonno oroco condannato per le violenze inflitte alle tre nipotine. Certo, questo il conto giuridico da saldare, per la condanna morale, sociale, il verdetto sentenzia ovviamente un fine pena mai da scontare, così come potrebbe essere insanabile il danno creato alle tre ragazzine dal pensionato 86 enne condannato per i reati di violenza sessuale continuata e aggravata sulle tre nipotine. E pensare che la sentenza dei giudici – presidente Carla Altieri, a latere Elisa Marras e Andrea Mereu – va persino oltre le richieste del pubblico ministero Rossella Spano, che aveva concluso la sua requisitoria sollecitando per l’imputato 11 anni di carcere. Non solo: a parziale risarcimento econiomico del danno, l’imputato, che ha sempre respinto le accuse, è stato condannato anche al pagamento di una provvisionale di 130.000 euro da intestare in favore delle nipoti.

Anni di dolore e di paura: ma il pensionato nega tutto

Troppo pochi, devono aver evidentemente pensato i giudici, per le violenze – secondo la ricostruzione dei fatti riconosciuta dal Tribunale – cominciate nel 1998, quando la prima delle tre vittime del nonno orco aveva appena tre anni. E non si sarebbe limitato a questo l’imputato: negli anni successivi, infatti, l’anziano pensionato avrebbe rivolto le sue attenzioni anche alle altre due sorelline, costrette a subire a loro volta lo stesso dolore, a vivere la stessa paura, della primogenita. L’incubo, allora, sarebbe finito soltanto nel 2012, quando le giovanissime vittime degli abusi trovarono finalmente il coraggio di raccontare ai genitori che cosa era successo, cosa erano state costrette a subire dal nonno orco che per anni ha inflitto violenze e abusi a tre ragazzine indifese che da lui, invece, avrebbero dovute essere protette.