Viterbo, scontro mortale: arrestato un romeno per omicidio stradale

Un cittadino romeno è stato arrestato dai carabinieri per omicidio stradale in seguito ad un incidente avvenuto nella notte a Sutri, vicino Viterbo. A quanto accertato il 29enne, ubriaco al volante e con precedenti, ha perso il controllo dell’auto e si è schiantato contro un muro. Nell’impatto è morto sul colpo un passeggero della macchina, un connazionale di 41 anni. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Ronciglione per i rilievi. Dagli accertamenti è risultato un tasso alcolemico del conducente ben superiore al limite consentito e sono scattare le manette.

Il romeno agli arresti domiciliari

L’autovettura è stata sottoposta a sequestro mentre l’arrestato, dopo le formalità di rito è stato tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente. Sono frequenti i casi di guida in stato di ebbrezza nel territorio della Tuscia e notevole è l’impegno dei carabinieri nell’effettuare i controlli, in modo particolare nel weekend allorchè i più giovani, all’uscita dai locali pubblici nelle prime ore del mattino possono mettere a repentaglio la propria vita e quella altrui.

Incidente sulla Braccianense: trentenne in fin di vita

Purtroppo proprio in quella zona, sulla via Braccianense, si è verificato  un altro grave incidente. Una vettura sportiva di grossa cilindrata con a bordo tre giovani che da Anguillara si dirigeva verso Bracciano mentre percorreva , probabilmente a forte velocità , un rettilineo, è finita fuori strada finendo la corsa contro un albero ai lati dell’arteria. L’impatto è stato violento e nell’urto la passeggera accanto al guidatore, una ragazza di circa 30 anni, che quasi certamente viaggiava senza cintura di sicurezza, ha riportato ferite gravissime tanto da essere in fin di vita. Il 118 considerata la gravità dei feriti ha attivato l’elisoccorso che ha inviato sul luogo dell’incidente l’eliambulanza Pegaso 21. L’elicottero regionale è arrivato in pochi minuti e questo ha salvato la vita alla ragazza. In seguito al violento impatto infatti il suo cuore si era fermato. Le immediate manovre di rianimazione messe in atto dal medico arrivato a bordo dell’elicottero e coadiuvato dall’infermiere dell’emergenza hanno permesso la ripresa del battito cardiaco quando ormai sembrava fosse tutto inutile. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti oltre agli uomini del 118 , i Vigileidel fuoco e le Forze dell’ordine per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente e le eventuali responsabilità