Uomo trovato morto in campagna nel Cuneese: interrogata per ore la moglie

Non solo femminicidio, forse. È stata ascoltata per cinque ore dai carabinieri la moglie di vent’anni più giovane di Severino Viora, il 78enne trovato morto mercoledì in un campo vicino alla sua abitazione di Paroldo. L’anziano era scomparso la sera prima da casa dove viveva con la donna, immobile ora posto sotto sequestro. Le indagini procedono in tutte le direzioni: compresa quella dell’omicidio.

Anziano trovato morto in campagna: la moglie ascoltata per 5 ore

Del resto, nel corso delle indagini miorate a fare luce sul giallo dell’anziano trovato morto in campagna nel Cuneese, di sicuro non aiuta la ricostruzione dei rapporti tra i due coniugi che, da quanto merso nel colloquio con il sostituto procuratore di Cuneo Attilio Offman, lascia intendere una certa conflittualità nella coppia, che ha quattro figli, e che – sembra – litigasse spesso. Se questo elemento emerso nel corso dei primi accertamenti possa o meno avere attinenza con la fine – sulle cui cause sono in corso gli esami scientifici di rito – è ancora presto per dirlo.

Le indagini seguono anche la pista dell’omicidio

Quel che è certo, al momento, è che il cadavere dell’anziano è stato trovato mercoledì in un noccioleto poco distante dalla cascina dove la vittima viveva con la moglie. A trovare il corpo, un nipote: parzialmente coperto da terra,e sotto una carriola. Dal primo esame del medico legale non sono emerse ferite evidenti: per stabilire le cause del decesso sarà quindi necessaria l’autopsia. Il corpo dell’anziano si trova ora all’obitorio dell’ospedale di Mondovì, a disposizione degli inquirenti, che al momento non escludono nessuna pista, come detto: compresa quella dell’omicidio.