Tweet del portavoce di Lotti (Pd) contro Appendino. Il M5S chiede scuse ufficiali

E’ ancora bufera sul portavoce di Luca Lotti (sottosegretario alla presidenza del Consiglio) Antonio Funiciello, per un tweet in cui paragonava la candidata M5S a Torino, Chiara Appendino, alla showgirl Sara Tommasi. “Dopo 24 ore non sono arrivate scuse di Palazzo Chigi per insulti sessisti del portavoce di Lotti, Antonio Funiciello, a Chiara Appendino. Dal Pd ancora squallido sessismo”, scrive su Twitter il deputato M5S Michele Dell’Orco.

Il portavoce del settosegretario aveva scritto sul sul profilo: “Appendino è bocconiana. Come Sara Tommasi”. In realtà dopo alcune ore lo stesso Funiciello, sempre via twitter in risposta alle numerose proteste, si era scusato così: “Un tweet stupido; mi spiace; mi scuso con Sara Tommasi e Appendino e tutti i bocconiani, la testa e’ in direzione di Orlando, (la strage di ieri nel club gay, ndr).

Ieri del caso si erano occupate diverse esponenti dei 5Stelle parlando di tweet di cattivo gusto ispirato dalla paura. Il gruppo M5S alla Camera aveva chiesto scuse ufficiali da Palazzo Chigi per l’atteggiamento misogino e sessista dimostrato  da Antonio Funiciello.