Trump: “Io e Putin insieme per sconfiggere l’Isis. La Russia è una potenza”

Angela Merkel? «Ha fatto un errore madornale nel permettere l’ingresso degli immigrati in Germania. Un errore madornale!». Il Quantitative easing di Mario Draghi? «Erancamente nessuno sa se funzionerà o meno… Potrebbe anche rivelarsi molto controproducente nel lungo termine». E la moneta unica? L’euro? «Non ho amato l’idea dell’euro fin dall’inizio del progetto. E non inizia a piacermi ora». Un Donald Trump a tutto campo, seduto a bordo del suo Boeing 757-200 privato, parcheggiato nella zona cargo del George Bush Intercontinental Airport di Houston, in Texas, si legge su “Il Corriere della Sera“.

Trump sulla Brexit: «Personalmente sarei più incline, per avere molta meno burocrazia»

In questa intervista, scritta e pubblicata oggi nella sua versione originale in inglese sul Sunday Times di Londra, Trump non rifiuta di parlare di niente. Allora – scrive Alan Friedman – gli chiedo della Brexit. Ricordo a Trump come in diverse occasioni lui abbia dichiarato che la Gran Bretagna, che il 23 giugno andrà alle urne per decidere se rimanere o uscire dall’Ue, «starebbe meglio» fuori dall’Unione Europea. «Personalmente sarei più incline ad uscirne per diverse ragioni, ad esempio per avere molta meno burocrazia», spiega. «Ma non sono un cittadino britannico. Si tratta solamente della mia opinione». E quando affrontiamo la questione dell’omicidio della deputata laburista britannica Jo Cox, il suo sguardo si riempie di tristezza. «Terribile», dice con un sospiro, facendo poi una lunga pausa. «È orribile, non ci sono altre parole».

«Salvini? Non ricordo. Io faccio ogni settimana migliaia di foto ai comizi»

«Non lo conosco personalmente ma so esattamente chi è e che cosa ha fatto. Senta, diciamo che in fondo siamo entrambi due uomini ricchi prestati alla politica». A questo punto non posso non aggiungere una domanda sulle polemiche suscitate in aprile a seguito dell’annuncio fatto con un tweet da Matteo Salvini, quando il leader leghista ha raccontato di aver incontrato Trump a Filadelfia e come prova ha pubblicato una sua foto intento a stringere la mano al candidato repubblicano. «Matteo, ti auguro di diventare presto primo ministro in Italia» avrebbe detto Trump a Salvini, ricambiando l’augurio che il segretario della Lega avrebbe rivolto a sua volta al tycoon. Sul viso di Trump ora vedo solo perplessità, una specie di «Salvini chi?» e sembra davvero che Trump non abbia nessuna idea della persona di cui sto parlando. «Bon, tutto è possibile ma non ricordo» risponde incerto, e aggiunge: «Io faccio ogni settimana migliaia di foto ai comizi, con migliaia di persone. Ma lei, Alan avrebbe una foto di questo signore assieme a me?». Dico a Trump che non sono solito portare in giro con me delle foto di Matteo Salvini, no, ma ricordo che in Italia era stato riportato che lui avrebbe augurato a questo Salvini di diventare presto primo ministro in Italia. Trump scuote la testa e dice prima «No» e poi «Beh, forse ho detto “Good Luck” a questo signore, ma io faccio migliaia di foto ogni settimana».

“Credo che andare d’accordo con la Russia sarebbe un’ottima cosa”

Sposto quindi la conversazione su Vladimir Putin, che nel corso di un summit economico a San Pietroburgo giovedì ha elogiato Trump descrivendolo come «brillante» e evidenziando il suo essere pronto «a una completa ripresa dei rapporti russo-americani». «Credo che quel che ha detto sia corretto — è la replica di Trump —. Credo che dovremmo intrattenere rapporti. Credo che andare d’accordo con la Russia sarebbe un’ottima cosa, che avrebbe ripercussioni positive in tutto il mondo». Inviterebbe Putin a Washington? «Non avrei assolutamente alcun problema a farlo, davvero nessuno». Crede che l’America e la Russia dovrebbero unire le forze per sconfiggere l’Isis? Trump annuisce. «Credo che sarebbe molto utile se ci coordinassimo per raggiungere questo obiettivo comune. Anche loro vogliono battere l’Isis. La Russia è una potenza. Credo che uno sforzo coordinato sarebbe una cosa positiva, non negativa».