Truffavano gli anziani fingendosi carabinieri: un arresto a Colleferro

FacebookPrintCondividi

Anziani intimoriti e poi truffati. I carabinieri di Colleferro (Roma), con l’ausilio in fase esecutiva dei colleghi di Napoli Arenaccia, hanno arrestato un 50enne, di origini napoletane, già conosciuto alle forze dell’ordine, perché ritenuto responsabile, insieme ad altri complici, di estorsione e rapina avvenuta lo scorso novembre ai danni di una anziana donna, 85enne, residente a Colleferro. Il raggiro, secondo la ricostruzione dei militari, era stato portato a termine prima con una telefonato alla vittima da parte di un uomo, che si era qualificato come Capitano dei carabinieri, riferendo all’anziana che suo figlio era rimasto coinvolto in un incidente stradale e che, con l’auto senza assicurazione, sarebbe stato arrestato. Quindi la richiesta di 4000 euro per evitare l’arresto. Dopo la telefonata, in realtà, a casa dell’anziana si era presentava un uomo, che aveva esibito una finta tessera di maresciallo dei carabinieri. La donna, impaurita, gli aveva consegnato 250 euro e 1400 dollari, il contante che in quel momento aveva in casa. Ricevuto il denaro il finto “maresciallo” aveva fatto perdere le sue tracce. Il figlio dell’anziana donna, dopo una telefonata, aveva smentito tutto. Sono quindi partite le indagini dei carabinieri, che hanno anche esaminato numerosi tabulati telefonici, arrivando così a identificare l’uomo che si era presentato nell’abitazione dell’anziana. Le indagini proseguono per identificare il complice e verificare se l’arrestato si sia reso responsabile di altri eventi criminosi analoghi.