Toscana, nella “rossa” Cascina vince il centrodestra con la “leonessa” leghista

Susanna Ceccardi, 29 anni, di Cascina (Pisa), è il primo sindaco leghista della Toscana. Ha battuto al ballottaggio il candidato del Pd, Alessio Antonelli, sindaco uscente della popolosa città in provincia di Pisa, recuperando uno svantaggio di oltre dieci punti percentuali rispetto al primo turno e staccando di appena un centinaio di voti il rivale.

A Cascina il centrodestra si è presentato unito

In questa sfida il centrodestra era unito: Ceccardi era sostenuta oltre che dalla Lega, anche da Forza Italia e Fratelli d’Italia. «Abbiamo vinto al fotofinish, al termine di una lunga ed entusiasmante battaglia», ha commentato sulla sua pagina facebook Ceccardi la “leonessa” come l’aveva ribattezzata in campagna elettorale Matteo Salvini, che è venuto tre volte a sostenerla in piazza. «Ci abbiamo creduto – sottolinea Ceccardi – anche quando in pochi credevano in noi. Ci abbiamo creduto perché abbiamo avuto una squadra di entusiasti sognatori che hanno pensato che a Cascina si potesse cambiare e uscire dalle sacche dell’immobilismo e dopo 70 anni provare a costruire un’alternativa e rendere anche questo territorio contendibile. Tuttavia mi impegnerò a essere il sindaco di tutti, pronta ad applicare il programma con cui sono stata eletta ma, al contempo, a non far sentire nessun cascinese escluso, perché tutte le idee di buon senso per migliorare la città saranno valutate con attenzione».