Torino, la Appendino compie l’impresa battendo Fassino: 54,7 a 45,3

La prima sorpresa di questi ballottaggi era arrivata dagli exit poll di Torino, dove nel primo exit poll la grillina Chiara Appendino era in testa con il 50-54 per cento mentre Piero Fassino, pezzo da novanta del Pd, si attestava al 46-50%. Ma con l’arrivo delle prime proiezioni sui dati reali, il vantaggio della Appendino si è consolidato arrivando alla vittoria, a scrutini praticamente ultimati:  la sfidante conduce col 54,7 % sul primo cittadino uscente che insegue al 45,3. A Napoli, invece, tutto secondo le previsioni della vigilia: con le prime proiezioni si allarga ancora il vantaggio del sindaco uscente. Luigi De Magistris è in testa con il 66,6% mentre Gianni Lettieri, sostenuto dal centrodestra, si attesta al 33,4%. E’ un vero boom quello dell’ex magistrato mentre l’onda anomala di cui parlava il candidato del centrodestra non si è verificata. A Bologna, dove era molto attesa la sfida tra centrodestra e centrosinistra, secondo le proiezioni è in leggero vantaggio il sindaco uscente Virginio Merola del Pd, con il 53,8 % mentre Lucia Borgonzoni si difende bene, attestandosi intorno al 46,2 %. Va detto che l’affluenza al voto è calata in tutta Italia di circa 7 punti rispetto al primo turno. Alle 23 ha superato di poco il 54 %.