Strage negli Usa, per la Boldrini l’Isis non c’entra: è colpa dell’odio omofobo

Non si ferma  lo sdegno del mondo per la strage che nella notte ha colpito un locale gay di Orlando, in Florida, dove un folle ha aperto il fuoco all’impazzata uccidendo oltre 50 persone, prima di essere poi ucciso a sua volta dalle forze di polizia locale. In Italia tra i primi a solidarizzare con il consueto tweet è Matteo Renzi: «Solidarietà e commozione del governo italiano per l’atroce strage di #Orlando in Florida. Il nostro cuore è con i nostri fratelli americani», scrive il premier.

Strage, per la Boldrini l’Isis non c’entra

“Originale”, come sempre, il commento di Laura Boldrini che ignora la rivendicazione dell’Isis della tragedia americana.  «Suscita orrore e sgomento la spaventosa strage compiuta nella discoteca di Orlando. Qualunque sia la motivazione che ne è all’origine – ha scritto in una nota la presidente della Camera – a farne le spese è la comunità gay, colpita perché l’odio omofobo, che qui si è manifestato nel modo più terribile, non sa tollerare la diversità. Esprimo il mio cordoglio e la mia solidarietà alle famiglie delle vittime e a tutto il popolo americano». Omofobia certo, ma la firma del terrorismo islamico per la pulzella dei diritti civili è un optional. «Il killer è uno dei nostri», ha rivendicato lo Stato Islamico attraverso l’Amaq, l’agenzia di stampa del Califfato (nel testo della rivendicazione riportato dalla direttrice del Site Rita Katz in un tweet si legge “l’attacco che ha preso di mira il gay club di Orlando, in Florida, e che ha provocato 100 tra morti e feriti, è stato compiuto da un combattente dello Stato islamico”).

Meloni: ancora una strage nel nome dell’Islam

Di ben altro segno il commento di Giorgia Meloni: « Ancora una strage in nome dell’Islam. Negare la realtà non aiuterà a risolvere il problema. Siamo stanchi delle parole di cordoglio e di contare i morti», ha detto la leader di Fratelli d’Italia denunciando l’ipocrisia dell’Occidente. «Shock per la strage di #Orlando. Condanna per orrore e vicinanza a tutta l’America», scrive invece su Twitter Giovanni Toti, presidente della regione Liguria e consigliere politico di Silvio Berlusconi.