Siviglia: lei perde il volo, lui la punisce uccidendola. Arrestato un romeno

Violenza senza fine contro le donne: dopo il caso della giovane Sara Di Pietrantonio, assassinata dall’ex fidanzato furioso per essere stato lasciato, a Siviglia ancora un ingiustificabile femminicidio, una cieca esplosione di violenza contro una giovane donna, e ancora una volta per futili motivi, per usare un linguaggio burocratico. A Siviglia, appunto, un uomo di 34 anni, romeno, è stato arrestato dopo aver ucciso la sua fidanzata, della stessa nazionalità, il cui corpo è stato trovato all’interno di una macchina parcheggiata nei pressi dell’aeroporto di Siviglia.

Siviglia, la ragazza avrebbe perso un volo aereo

Secondo la Guardia Civil e la Polizia nazionale l’uomo  si è presentato alla stazione di polizia della polizia locale a Bollullos Par del Condado (Huelva) e ha confessato di ucciso la sua fidanzata, di 32 anni, a quanto pare dopo aver tenuto una accesa discussione dopo che la giovane aveva perso un volo per l’Italia, indicando anche il luogo dove aveva nascosto il cadavere. Una volta lì, gli agenti hanno trovano il corpo all’interno di un veicolo, nascosto da una coperta. L’uomo è stato accusato di omicidio e andrà a giudizio già nelle prossime ore.