“Silvio Berlusconi ha rischiato di morire”. Sarà operato al cuore

Silvio Berlusconi ha rischiato la vita. E ora sarà operato al cuore la prossima settimana per la sostituzione della valvola aortica. Lo ha detto il prof Alberto Zangrillo al termine degli esami ai quali l’ex premier è stato sottoposto in queste ore a Milano. “Gli accertamenti proseguiti fino a ieri hanno ci hanno consentito di identificare in modo esatto e certo la patologia della valvola aortica del presidente Berlusconi che si chiama insufficienza aortica”: Zangrillo ha così annunciato la necessità di un intervento chirurgico per risolvere il problema. Berlusconi sarà sottoposto ad un intervento “di sostituzione della valvola aortica” in quanto è affetto da una “insufficienza aortica di grado severo” ha spiegato il medico personale di Berlusconi. “Cosa si fa quando si trova? Si deve capire come correggerla. In questo caso c’è un unico modo: la sostituzione della valvola aortica. La sostituzione è un intervento di cardiochirurgia convenzionale che comporta la circolazione extracorporea e la visione diretta del del cuore”, ha aggiunto Zangrillo che, quanto ai tempi ha detto che Berlusconi sarà operato “verosimilmente entro metà della settimana prossima.Ho parlato e fatto riferimento ad una patologia di grado severe, che è un termine medico”. Ad eseguire l’intervento di sostituzione della valvola aortica a cui dovrà sottoporsi l’ex premier Silvio Berlusconi, sarà il prof. Ottavio Alfieri primario di cardiochirurgia al San Raffaele. Un intervento che, secondo il medico di Berlusconi, dovrebbe durare circa 4 ore e al termine del quale ci sarà un “periodo di riabilitazione durerà un mese e ci riconsegnerà un uomo di grande vitalità”. Infine, Zangrillo ha rivelato ai giornalisti: «È arrivato in ospedale in condizioni molto severe, ha rischiato la vita ha rischiato di morire».