La Sicilia brucia: le fiamme isolano Cefalù. Salvi i bimbi di una materna

FacebookPrintCondividi

La Sicilia brucia. Letteralmente. Fuoco e fiamme si sono sviluppati in larga parte dell’isola. Colpite zone del palermitano, del trapanese e del messinese. I vigili del fuoco, forestali e i volontari della protezione civile hanno lavorato per spegnere diversi incendi alimentati dallo scirocco. Il rogo più vasto a Collesano sulle Madonie. Le fiamme hanno lambito una zona abitata e quattro case sono state evacuate. In azione dieci squadre dei vigili del fuoco, due canadair e due mezzi della protezione civile. A Lascari invece sono state evacuate le scuole, alcune abitazioni e una casa di riposo. Gli altri comuni colpiti sono Bisacquino, Terrasini e Gratteri. Disagi anche alla circolazione, perchè il fumo ha invaso alcune strade statali. A Gratteri stanno andando in fumo diversi ettari di bosco. Anche in questo caso le squadre da terra sono supportate da un canadair. Macchia mediterranea in fumo anche a Cefalù. La protezione civile regionale ha emesso un avviso per rischio incendi e ondate di calore per “temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione”. Sicilia in fiamme e dramma sfiorato a Monreale dove i bambini, circa una trentina, di una materna sono stati visitati all’ospedale Ingrassia di Palermo dopo che il fumo aveva invaso i locali della scuola “Il Girasole“. Per fortuna nulla di grave. I bimbi stanno tutti bene. Hanno soltanto inalato del fumo ma nessuno è rimasto intossicato. La Sicilia brucia. E l’autostrada A20 Palermo – Messina, tra gli svincoli di Buonfornello a Castelbuono è chiusa in entrambe le carreggiate a causa degli incendi che stanno lambendo anche alcune costruzioni e alberghi della zona. La Polizia Stradale ha diverse volanti che stanno operando sul posto. Chiusa a causa degli incendi anche la statale 113, tra Lascari e Cefalù. “Siamo di fronte a una situazione drammatica” ha detto il sindaco di Cefalù Lapunzina, commentando gli incendi che stanno devastando diversi comuni delle Madonie e che hanno portato alla chiusura dell’autostrada Palermo-Messina, tra gli svincoli di Buonfornello e Castelbuono, lasciando in pratica isolata Cefalù. In questo momento la cittadina turistica è raggiungibile solo dalla Statale 113, dove si cammina a passo d’uomo. E con l’intensificarsi dell’afa e dello scirocco i guai per la Sicilia sembra non siano affatto finiti.