Romani: abbiamo retto bene. Il vero sconfitto è il Pd, lo ammettano

FacebookPrintCondividi

Il vero sconfitto delle urne è il Pd di Renzi. «Dove abbiamo portato una proposta credibile accompagnata da un candidato forte, Forza Italia ha retto bene. Basti vedere Milano, dove abbiamo ottenuto un incremento di consensi del 4%». Parola di Paolo Romani, capogruppo azzurro al Senato.

Romani: il vero sconfitto è il Pd

«Credo che l’unico vero sconfitto di questa tornata elettorale sia il Pd», spiega Romani in un’intervista al Mattino, «non vince a Milano, nonostante la candidatura del commissario del tanto strombazzato Expo, a Roma ha rischiato fino all’ultimo di non andare al ballottaggio, a Napoli è fuori da tutto. Sul Pd ha pesato la decisione di Renzi di anticipare la campagna elettorale per il referendum». Guardando alle prospettive politiche, invece, Romani dice: «Siamo entrati in un sistema tripolare, con sistema elettorale previsto per uno scenario bipolare. Abbiamo davanti la scadenza del referendum, occasione storica per ricompattare il centrodestra contro Renzi che viene dato perdente da alcuni sondaggi». Per il presidente dei senatori azzurri le cose non sono andate male: «Forza Italia ha una rappresentanza sul territorio di 4.500 amministratori locali, una proposta politica che resta quella alle origini del centrodestra vincente. In futuro dobbiamo tornare a quella, nell’immediato dobbiamo convincere la gente ad andare a votare ai ballottaggi di Milano e Napoli e di tutti i comuni dove siamo andati al secondo turno».