Resort Disney, il bimbo preso dall’alligatore è sicuramente morto

Disney chiude tutte le spiagge intorno all’area del Grand Floridian, il resort nella zona di Orlando dove un bimbo di due anni è stato trascinato via da un alligatore. Secondo un portavoce, la misura è a scopo precauzionale. Intanto proseguono senza sosta le ricerche del piccolo anche se le autorità escludono che il piccolo possa essere ancora in vita. Ora le ricerche si concentrano sul recupero del corpicino.

“Siamo sconvolti”, commenta un funzionario Disney dopo l’attacco dell’alligatore. La polizia spiega che la famiglia di cinque persone originarie del Nebraska si stava rilassando sulla spiaggia quando l’animale ha preso il piccolo. L’incidente è avvenuto alla Seven Seas Lagoon, uno specchio d’acqua su cui si affacciano tre resort Disney, a due passi dal celebre Parco di divertimenti.

“Può essere successo di tutto, non vogliamo fare speculazioni. Continueremo le ricerche finché non sarà fatta luce”, ha spiegato il responsabile dei soccorsi. “Si tratta di attacchi molti rari da queste parti, è difficile capire”, ha aggiunto. Sulle spiagge della Seven Seas Lagoon, il lago artificiale teatro del dramma, ci sono cartelli con il divieto di balneazione, ma nessuna indicazione sulla presenza di alligatori.