Raggi incontra Boschi al Giubileo delle istituzioni: tra le due gelo e imbarazzo

FacebookPrintCondividi

“Prego sindaco, dovrebbe spostarsi”. Virginia Raggi si era seduta, al Giubileo dei rappresentanti delle istituzioni ieri alla Pontificia università lateranense, distinta e distante dai membri del governo. Ma quelli del cerimoniale, implacabili, la fanno sedere proprio accanto a lei, a Maria Elena Boschi, il Renzi in gonnella, quella che appena entrata non è andata neanche a salutare il neosindaco di Roma. Poco prima, nell’aula magna, le aveva concesso un velocissimo “In bocca al lupo”. A raccontarlo è Fabrizio Roncone sul Corriere: lei sta “seduta e sola con la sua grossa fascia tricolore” quando cominciano ad arrivare molti rappresentanti del governo. Maria Elena Boschi la ignora, e altrettanto fa Angelino Alfano, il ministro Stefania Giannini tira dritto. “La Raggi sempre lì, immobile, come se fosse trasparente…”, tra lo stupore di cronisti e fotografi: “Ma te pare che questi del governo non la salutano?”.  Meno male che a rompere il gelo ci pensa Marianna Madia, che va invece a salutarla.  Gelo con gli esponenti del governo renziano? Ebbene sì, ma Raggi non se ne cura più di tanto. E pensa al grande giorno: cioè l’insediamento odierno a Palazzo Senatorio.