Pd, via Serracchiani e Carbone. Ecco i nomi su cui Renzi vuole puntare

La direzione della resa dei conti nel Pd è fissata per venerdì. Ma Matteo Renzi non pensa affatto di finire sotto processo, anzi ha già pronta una contromossa, anticipata more solito da Maria Teresa Meli sul Corriere: il premier non sarebbe affatto preoccupato dalla minoranza, la sua idea è di dare una bella ramazzata anche all’interno della sua maggioranza. Serve una nuova squadra, insomma, una segretaria politica con nomi nuovi e precisi che possano comunicare un segnale di riscossa. Il Corriere li elenca: il governatore del Lazio Nicola Zingaretti, il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina (per lui si pensa anche a un ruolo di vicesegretario unico), Vasco Errani, il presidente della regione Toscana Enrico Rossi. E poi i “renziani che hanno lavorato meglio in questo periodo” come Luca Lotti e Lorenzo Guerini. Accanto ai nomi da lanciare, quelli da rottamare: e con insistenza circolano quelli di Ernesto Carbone, responsabile del famigerato #ciaone che si è rivelato un boomerang per Renzi e il suo governo e Debora Serracchiani, la presidente del Friuli che si è vista sfilare Trieste, tornata al centrodestra con l’elezione di Roberto Dipiazza.