Napoli, ecco il video che fa ha fatto infuriare il sindaco De Magistris

Un video, diventato in poche ore virale sui social, non fa dormire sonni tanquilli a Luigi De Magistris, che punta alla rielezione nonostante un quinquennio passate tra spacconate varie, parole tante e zero tituli in quanto a risultati amministrativi. Ora, però, a preoccupare il sindaco della capitale del Sud è appunto questo filmato anonimo in cui – come è scritto nella denuncia presentata da esponenti del centrodestra – si vede «un uomo con il volto reso irriconoscibile e la voce camuffata» che «denuncia condizionamenti nei confronti dei vigili urbani per sostenere de Magistris». Quel video – promettono su quel fronte politico – «sarà questa la prima battaglia di Gianni Lettieri».

I vigili urbani accusati di ordire manovre pro De Magistris

E proprio sul candidato di Forza Italia e liste civiche con ottime chanches di tagliare il traguardo per l’accesso al ballottaggio si abbattono gli strali di De Magistris. «Lettieri – dice ostentando sicurezza il primo cittadino – ormai è disperato perché ha investito milioni di euro nella campagna elettorale ma sa che perderà le elezioni». Un risposta che si guarda bene, però, dall’entrare nel merito delle accuse mosse in video. Accuse che, se confermate, getterebbero una luce sinistra su una parte dei vigili urbani di Napoli ma soprattutto soul rapporto “incestuoso” costruito negli ultimi cinque anni con la parte politica, cioè l’amministrazione guidata da De Magistris. Un rapporto che dal canto suo Lettieri non esita a bollare come «sistema di corruzione mai visto prima nella storia di Napoli».  «Questi atteggiamenti – rincara la dose il candidato del centrodestra  – sono camorristici -. Si fanno le liste di proscrizione anche con i nomi dei dipendenti che se non fanno ciò che viene detto loro, vengono allontanati dal posto di lavoro. Mi aspetto – ha concluso Lettieri – che il sindaco sospenda le persone coinvolte». Contro Ciro Esposito, comandante dei vigili urbani, si scaglia anche la candidata del Pd, Valeria Valente:«Il comandante dei vigili urbani di Napoli deve dimettersi ad horas. Se questo non avviene, quando sarò eletta sindaco, il mio primo atto sarà la sua rimozione».

Lettieri: «Il sindaco sospenda subito i responsabili»

Reagisce invece con una querela Gennaro Martinelli, ufficiale della polizia municipale, che, secondo quanto riporta un comunicato del Comune guidato da De Magistris sarebbe l’uomo del video anonimo. Ma lui non ci star promette battaglia: «Ho immediatamente dato mandato all’avvocato Marcello Severino di querelare chiunque stia infangando in maniera vergognosa e con metodi camorristici la mia onorabilità e 56 anni di vita spesi sempre dal lato della legalità e del rispetto delle Istituzioni» Di «campagna elettorale avvelenata» parla invece il comandante Esposito: «Fanno di tutto – ha detto – per trascinarvi la Polizia municipale».