Michigan, pedofilo agiva in coppia con la moglie. Per gli agenti è uno dei casi peggiori

FacebookPrintCondividi

Finisce sotto processo a White Lake, in Michigan, il molestatore sessuale e pedofilo Colin Matthew Boyle, 29 anni, protagonista di quello che un investigatore ha definito il peggior caso di pedofilia mai visto negli ultimi venti anni. Lo riferisce Usa Today. Con l’uomo probabilmente collaborava anche la moglie. Nella loro casa sono stati trovati foto e video pedopornografici con bambini di appena un anno di età, come testimoniano i documenti del tribunale. 

Secondo il capo della polizia di Lake Orion si è trattato di un’indagine che ha colpito anche “investigatori esperti”. La polizia è arrivata a inchiodare la coppia, Colin e Angela Boyle, sulla scia di prove elettroniche che hanno portato le autorità a credere che il marito era legato a un giro di pornografia infantile su Internet. Gli agenti avevano fatto irruzione nella casa dei due e dei genitori di Boyle sequestrando i computer. La moglie avrebbe ammesso che la pornografia infantile era l’unica cosa che eccitava sessualmente il marito Colin. Tra le registrazioni rinvenute anche il video di una bambina di un anno. Immagini simili riguardano anche un bambino di tre anni. I due hanno ammesso di avere inviato materiale del genere tramite i loro cellulari.