Maturità, conto alla rovescia, ripassi forsennati e ansia da toto-traccia

Ci siamo. Si contano ormai sulle dita di una mano i giorni che mancano al primo appuntamento cruciale della Maturità 2016. Il week end di riposo o ripasso, secondo il tasso d’ansia e di preparazione di ciascuno, e poi si comincia. La prima prova scritta, quella di Italiano, uguale per tutti gli indirizzi, si svolgerà mercoledì 22 giugno, a partire, come di consueto, dalle ore 8.30. Il secondo scritto, diverso da indirizzo a indirizzo, è in calendario per il giorno successivo, giovedì 23 giugno, sempre dalla stessa ora, mentre la terza e ultima verifica scritta, il quizzone (che può riguardare non più di cinque discipline), differente per ciascuna scuola (la preparano le commissioni a differenza delle prime due che vengono predisposte dal ministero) si svolgerà, dopo la pausa del fine settimana, lunedì 27 giugno. Poi l’ultima fatica per l’esercito di maturandi ed anche la più temuta: gli orali.

Maturità, week end al cardiopalma

Per il secondo scritto è stata scelta, come di consueto al Liceo Scientifico, Matematica (anche nell’opzione Scienze applicate) e non la temuta Fisica. Greco al Classico, rispettando la consueta alternanza fra le lingue classiche. Saranno 12.554 le commissioni impegnate negli esami, 24.991 le classi coinvolte per un totale di 503.452 candidati, di cui 487.476 interni e 15.976 esterni. Confermato l’uso del Plico telematico per l’invio delle tracce e ribadito il divieto di utilizzo di cellulari e apparecchiature elettroniche nei giorni delle prove scritte. Mentre gli istituti scolastici si preparano alla maratona degli esami allestendo le aule e controllando il buon funzionamento delle fotocopiatrici, per i maturandi è tempo di “ripassi” forsennati. Alcune community studentesche (come ad esempio Docsity e ScuolaZoo) hanno pensato di sostenere gli studenti attraverso lezioni interattive online durante le quali ci si può connettere live a tutor certificati e svolgere insieme le vecchie prove d’esame. Ma la gran parte degli studenti si sta preparando al grande appuntamento “in solitaria”: il 95% di un campione intervistato da Skuola.net ha dichiarato, infatti, di preferire un ripasso senza amici intorno.

Toto-tema, le tracce possibili

Nei giorni della vigilia furoreggia come sempre il toto-traccia. Pirandello, Pascoli e Ungaretti tra gli autori più gettonati mentre per quanto riguarda l’attualità si scommette su temi come il terrorismo internazionale, l’Isis, l’immigrazione, Shakespeare, il 70mo anniversario del voto alle donne. Ma anche Umberto Eco, i 70 anni della Repubblica, l’Isis e i diritti degli omosessuali sono i temi in pole position tra i possibili argomenti della prima prova . A pochi giorni dal via, l’effetto strage di Orlando si fa sentire sui pronostici dei maturandi, secondo un sondaggio di Skuola.net che ha aggiornato il ‘tototracce’ interrogando circa 1.400 ragazzi. Sembra impossibile spodestare Umberto Eco dal trono di autore papabile per l’analisi del testo: continua a puntarci il 23% degli intervistati. Ma nelle ultime ore salgono le quotazioni di Pirandello, in seconda posizione con il 21% delle preferenze dei ragazzi. Anche Montale guadagna qualche posizione, ma resta al terzo posto con il 14%. L’Isis è stabile al primo posto tra i temi di attualità. La recente strage di Orlando ha fatto guadagnare al terrorismo internazionale 4 punti in più – rispetto all’ultima rilevazione di Skuola.net – che lo hanno portato oggi al 41%. Stessa dinamica per i diritti omosessuali, che passano dal 19 al 22%. Perde invece terreno il tema dell’immigrazione che rimane comunque in terza posizione per questa categoria con il 13%.

Gli anniversari “gettonati”

Sui 70 anni della Repubblica Italiana scommette il 38% dei ragazzi, con un balzo in avanti di 12 punti rispetto all’inizio di giugno. Scendono di poco, pur restando stabili in seconda e terza posizione, quelli che scommettono sui 30 anni dal disastro di Chernobyl (14%) e i cento dalla prima pubblicazione della teoria della relatività di Einstein (13%). Il tema auto-celebrativo dei grandi anniversari italiani rappresenta una puntata storicamente quasi sicura: recentemente sono stati proposte due tracce sui 60 anni della Costituzione e una sui 150 dell’Unità d’Italia, in corrispondenza di queste ricorrenze. Scommette sugli 80 anni dalla morte di Pirandello il 39% di studenti, che confidano anche nel fatto che non si avvista alla Maturità dal 2003, contro il 20% che invece si aspetta di avere a che fare con Shakespeare a 400 anni dalla morte e un ulteriore 18% con i 120 dalla nascita di Montale.