La Pascale: «Sento che andrà tutto bene, ma è Dio che comanda»

venerdì 10 giugno 11:01 - di Redazione

«Come sta? Lui è assolutamente sotto controllo. Io con le mie ansie da emotiva, sono elettrica. Però so anch’io che andrà tutto bene». Francesca Pascale, a colloquio con Repubblica, racconta l’Odissea di queste ore al San Raffaele, il buonumore del “presidente”, come continua a chiamare il suo compagno Berlusconi, che in attesa del delicatissimo intervento al cuore («poteva morire», ha confessato il suo medico di fiducia, Alberto Zangrillo) continua a fare battute e  a rassicurare gli altri. «Dal letto – dice la compagna del Cavaliere – sta facendo il medico per noi, ci sta calmando tutti, ci dice di essere positivi, fiduciosi e di stare uniti». La Pascale evita di entrare nel merito dello sciacallaggio degli avversari e delle polemiche con il cerchio magico, che ha minimizzato le condizioni di salute dell’ex premier sottoponendolo allo stress elettorale come se nulla fosse.

Pascale: andrà tutto bene, ma comanda Dio

Quanto all’indicazione perentoria di Zangrillo di lasciare la politica, la compagna di Berlusconi è scettica: «Conoscendolo, non credo. Rallenterà, certo. Ma resta presidente». Sull’intervento che l’ex premier dovrà subire per sostituire la valvola a ortica, la Pascale aggiunge: «Sento l’importanza di un’altra una cosa che viene dalla mia fede e dalla mia cultura popolare. Poter contare su bravissimi medici è fondamentale. È un grande privilegio. Ma è sempre Dio che comanda».

La solidarietà trasversale

Intorno al letto di Berlusconi al San Raffaele di Milano, oltre a Francesca, si danno il cambio tutti i figli, a fargli visita solo pochi privilegiati, tra questi Ghedini, Confalonieri e Letta, a distanza di sicurezza invece l’ex braccio destro Verdini. Allo sciacallaggio delle prime ore sui social è seguita la solidarietà trasversale. «Facciamo gli auguri a Berlusconi perché tutti speriamo che sia qualcosa senza troppe complicazioni», ha detto il candidato sindaco del centrosinistra a Milano, Giuseppe Sala. «Un pensiero affettuoso a Silvio Berlusconi. Lo aspetto presto, perfettamente guarito, di nuovo protagonista di grandi battaglie di libertà», scrive invece su Twitter Stefano Parisi, candidato sindaco per il centrodestra a Milano.

L’ira di Marina contro il cerchio magico

«Ma lo avete portato a votare?». «Ma lo avete portato a fare un comizio a Ostia mentre aveva già uno scompenso?. «Ma ha fatto campagna elettorale come se nulla fosse?». Nelle domande di Marina e di tutta la famiglia del Cavaliere esce allo scoperto una forte tensione con il “cerchio magico”, per come si è preso cura, o meglio non si è preso cura del padre. E per come ha condotto la vicenda negli ultimi giorni, negando fino all’ultimo la gravità delle condizioni di salute di Berlusconi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *