I Verdi: “Voti di scambio nei Bingo napoletani. Domenica vanno chiusi”

Il rischio voto di scambio in occasione del ballottaggio di domani a Napoli viene paventato dai Verdi della Campania che chiedono l’intervento di prefetto e questore. «Ci risiamo – denuncia il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli – ancora una volta, negli stessi seggi si prospettano le solite irregolarità. Serve un’azione straordinaria. Ci sono voci di voto di scambio nelle sale Bingo. Vanno chiuse per un giorno». «Manca ancora una manciata di ore all’apertura dei seggi – prosegue l’esponente ambientalista – ma già sarebbero in corso tentativi di condizionare il voto in alcuni seggi che, già in occasione del primo turno, segnalammo perché erano evidenti alcune irregolarità e il tentativo di compravendita di voti che questa volta coinvolgerebbe anche alcune sale bingo dove verrebbero offerte giocate gratis in cambio del voto».

I Verdi: “Voci di compravendita di voti nelle sale bingo”

 

Per Borrelli e il portavoce regionale Vincenzo Peretti «è necessario alzare il livello di attenzione in alcuni seggi, a cominciare da quelli del Pallonetto di Santa Lucia, ma anche nell’aria orientale e in quella settentrionale, tra Secondigliano e Scampia». «Per questo – concludono – ribadiamo la richiesta a Prefetto e Questore di predisporre un servizio di controllo straordinario in quei quartieri e in quei seggi per non permettere alcun inquinamento del voto e di valutare la chiusura delle sale Bingo almeno per il giorno delle elezioni. È assurdo che, a ogni elezione, sempre negli stessi seggi e negli stessi quartieri, nonostante le segnalazioni, si ripetano le stesse cose nell’indifferenza della magistratura e delle forze dell’ordine».