Gli studenti del Trentino tornano a indossare la divisa e il grembiule

Alunni e studenti delle scuole del Trentino, di ogni ordine e grado dovranno indossare in classe il tradizionale grembiule o una divisa. Lo prevede un ordine del giorno approvato dal Consiglio provinciale nell’ambito del dibattito sul ddl di recepimento della legge sulla ‘Buona scuola”. “E’ un’iniziativa politica che che va vista nel suo aspetto positivo per favorire un abbigliamento pratico, stimolante lo spirito di coesione e di gruppo, una preziosa occasione per azzerare le disuguaglianze tra gli studenti ed eliminare i giudizi che passano attraverso le apparenze”, sottolinea il consigliere Claudio Cia (Gruppo misto) che ha presentato l’odg. “La divisa, lungi dall’essere catalogata come un qualcosa di militare – aggiunge Cia – promuove tra i ragazzi l’appartenenza, fornisce un valido sostitutivo delle sfilate di moda, e rimuove gli sterili confronti che vedono protagonisti i genitori e vittime i figli”. L’ordine del giorno prevede che ogni scuola avrà piena autonomia nel decidere il modello di divisa adatto, elaborandolo a piacimento, anche sulla base di pareri richiesti agli studenti. “Un logo personalizzato per ogni scuola – sottolinea Cia – favorirebbe la costruzione di un’identità condivisa tra gli alunni, animando orgoglio e senso di appartenenza alla medesima realtà”.