Droga, nel bar con 77 chili di marijuana: arrestato titolare albanese

FacebookPrintCondividi

Acquista la licenza di un bar in contanti: ma le sue mire imprenditoriali puntavano decisamente sul altro. E infatti, dopo essere diventato titolare del locale, il trentaseienne albanese arrestato a Varese al termine di un’indagine sul traffico di stupefacenti, ha pensato bene di nasconderci ben 77 chili di droga. I carabinieri del luogo, però, lo hanno scoperto e inchiodato alle sue responsabilità penali in meno di dieci giorni.

Droga, in manette il titolare albanese di un bar di Varese

È saltata prima ancora di decollare, insomma, la “copertura” dell’uomo di origini albanesi, residente a Castellanza (Varese), separato da un’italiana e incensurato. A lui i militari sono arrivati dopo un controllo di routine effettuato dai carabinieri di Castellanza che, verificando l’anagrafica del nuovo proprietario del bar, si sono accorti che non risultava occupato da anni. Come era stato possibile –si sono chiesto gli agenti al lavoro sul caso – che senza alcun lavoro l’uomo avesse potuto raccogliere il denaro necessario all’oneroso acquisto dell’attività?

Droga, le indagini, le perquisizioni, l’arresto

Questo iniziale sospetto ha dato il via agli approfondimenti d’indagine: i carabinieri hanno iniziato a seguirlo e a controllare i movimenti attorno al suo locale, fino a venerdì sera, quando l’uomo é stato sorpreso nel bar ad armeggiare vicino a quattro borsoni contenenti circa 77 kg di marijuana in buste ricoperte di grasso (stratagemma usato per disturbare l’olfatto dei cani antidroga). A quel punto il “barista” albanese é stato arrestato per detenzione di droga e a casa sua i militari hanno sequestrato altri tre chilogrammi di cocaina purissima, oltre che altri 600 grammi di marijuana.