Donna aggredita dal compagno in metro: salvata dai militari dell’esercito

FacebookPrintCondividi

Sono dovuti intervenire addirittura i militari dell’esercito per arginare l’ondata di violenza che rischiava di travolgere nel peggiore dei modi una donna pesantemente aggredita dal proprio compagno durante una lite avvenuta sotto gli occhi di tutti nel vagone della metropolitana romana.

I militari salvano una donna aggredita dal compagno

La donna, fortunatamente, è stata soccorsa e salvata dai militari dell’Esercito, intervenuti mentre erano in servizio di pattugliamento, impegnati nell’Operazione “Strade Sicure” . E successo venerdì sera nella fermata della metro Furio Camillo, in via Appia, dove il gruppo di militari dell’Esercito è stato sollecitato a intervenire da alcuni cittadini che avevano notato l’acceso diverbio della coppia. La pattuglia ha cercato subito di separare la coppia ma l’uomo, di corporatura molto robusta, ha prima inveito e minacciato i militari, poi è riuscito a scappare trascinando prepotentemente con sé la donna in un vagone della metropolitana.

L’intervento dei militari in metro e l’arresto

A quel punto i militari intervenuti hanno allertato la Questura e i colleghi dell’Esercito in vigilanza nella stazione successiva di Ponte Lungo, dove l’uomo, non pago, manifestando ancora un comportamento molto aggressivo, era nel frattempo sceso insieme alla donna; ma una volta abbandonato il convoglio, è stato bloccato e arrestato dai militari, coadiuvati da un agente della Polizia di Stato della Sala Operativa della Questura di Roma libero dal servizio e da un addetto alla sicurezza dell’Atac. Una vicenda che ha fatto temere il peggio ma che, per fortuna, è stata affrontata tempestivamente e gestita efficacemente, riuscendo così ad evitare il peggio. Stavolta.