Dimentica le chiavi in casa: passa dal balcone e precipita dal terzo piano

La cronaca di queste ore riporta casi che, nella diversità degli incidenti e degli esiti, dimostrano come l’evento drammatico sia spesso frutto di una erronea considerazione dei rischi. Altro che fatalità, un elemento spicca in tutti i casi, tragicamente: sottovalutare quanto pericoloso possa essersi spingersi oltre il limite consentito dal buon senso

Milano, passa dal balcone per entrare in casa: precipita dal terzo piano

E così, si apprende che venerdì sera, quando erano all’incirca le 19.40, una donna di 36 anni è precipitata dal terzo piano di un palazzo in Largo Caccia Dominioni, a Milano, nel tentativo di entrare in casa dal balcone poiché aveva dimenticato le chiavi all’interno. Le sue condizioni sono gravi ma stabili: è in prognosi riservata al Policlinico con fratture multiple, anche al bacino. Per molte ore la Polizia ha pensato che si trattasse di un tentativo di suicidio, ma nella notte, poi, la testimonianza di un vicino di casa che ha assistito alla scena, ha permesso di ricostruire la sconcertante dinamica dei fatti. A quanto si è fin qui appreso, allora, la donna sarebbe tornata a casa con il fidanzato alle 18.40; resasi conto di aver dimenticato le chiavi all’interno, come prima ha pensato di chiamare i vigili del fuoco. Il fidanzato a quel punto ne ha approfittato per andare a fare la spesa e passare in farmacia: ma quando è tornato, circa un’ora dopo, ha trovato la compagna distesa in cortile con un capannello di persone attorno. È a questo punto della ricostruzione dei fatti che si registra l’intervento del vicino che spiega di aver visto la donna raggiungere il balcone, perdere la presa e precipitare nel vuoto.

Napoli, scala l’obelisco di S. Domenico Maggiore: precipita e si schianta al suolo

Solo poche ore prima un’altra tragedia simile si era consumata nel cuore della notte, in Piazza San Domenico Maggiore, in pieno del centro storico di Napoli, dove di solito si incontrano gli studenti dei vari atenei universitari. Emanuele Pirozzi, 23 anni, iscritto al Conservatorio di musica di San Pietro a Majella, si è arrampicato sull’obelisco che si trova nel centro della piazza e poi, per cause tutte da accertare, è precipitato al suolo. I ragazzi che erano in piazza hanno chiamato i soccorsi. Il giovane è stato portato in ospedale, al vicino “Loreto Mare”, dove i medici non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso. Gli investigatori, dalle prime testimonianze raccolte, hanno accertato che Pirozzi, residente nel quartiere del Vomero, si trovava in piazza San Domenico per festeggiare il compleanno di un amico. Doveva essere una serata di divertimento come tante altre. All’improvviso il giovane si sarebbe diretto verso l’obelisco, superando la recinzione. Quindi, iniziata velocemente la scalata, è salito quasi in cima all’obelisco, suscitando – così si sente nei video finiti anche in rete – preoccupazione tra le persone presenti. Poi, in una manciata di secondi, si è consumata la tragedia. Forse proprio nel momento in cui ha deciso di scendere, il ragazzo ha perso l’equilibrio e si è schiantato al suolo. L’impatto è stato tremendo.

Anziana cade nel camino e muore carbonizzata nel Bresciano

L’ultimo caso, infine, si è verificato nel Bresciano, dove un’anziana che voleva scaldarsi è caduta nel camino ed è morta carbonizzata. È accaduto venerdì sera a Toscolano Maderno, nel Bresciano, la vittima è una signora di 87 anni, Francesca Cappelli. Al momento della tragedia l’anziana era in casa anche il figlio e la nuora che non sono però riusciti a salvarla.