Così gli immigrati fanno il passaporto falso: 150 euro e arriva per posta

Era convinto di farla franca e così si è presentato in Questura a Brescia presentando un passaporto falso per ottenere il permesso di soggiorno e i poliziotti lo hanno arrestato. E’ accaduto a un 38enne nigeriano richiedente asilo che, scoperto, ha ammesso le proprie responsabilità e ha spiegato di aver pagato 150 euro ad un connazionale per farsi spedire dalla Nigeria il passaporto falso, documento che gli è poi effettivamente arrivato pochi giorni fa via posta. L’uomo è stato arrestato in virtù della norma modificata dopo gli attentati alla sede di Charlie Hebdo a Parigi e che prevede l’arresto per chi viene trovato in possesso di un passaporto falso. Il giudice lo ha poi condannato a dieci mesi e venti giorni di carcere.
Il business dei passaporti falsi, così come di altri documenti di identità, forniti agli immigrati è in forte crescita, complice anche la lentezza con la quale l’Europa reagisce all’emergenza immigrazione e la mancanza di coordinamento fra i vari Paesi.
Sul web si trova un po’ di tutto. E non da oggi. Già nel 2008 era emerso che sul sito fakepassport.org – oggi chiuso – era possibile ordinare, a un costo che partiva da 600 euro, un passaporto falso di parecchi Stati europei e non solo, compresi passaporti diplomatici di alcuni stati africani. In quel caso il documento di identità arrivava tramite corriere e il pagamento doveva avvenire in anticipo, attraverso siti per il trasferimento del denaro, non prima di aver ricevuto una scannerizzazione del passaporto falso. Veniva anche spiegato che i passaporti erano stati timbrati due anni prima e che avevano una validità di dieci anni. In pratica scadranno a dicembre 2016. E’ immaginabile, dunque, che siano ancora in circolazione.
Fakepassport.org è stato poi sostituito in questo business senza confini da buypassportsfake.cc , compra un passaporto falso, un dominio registrato alle Isole Cocos e Keeling, 24 isolette che appartengono al territorio dell’Australia. Il bello è che il dominio cc è gestito dalla Verisign, cioè il primo brand per affidabilità su Internet. Verisign è una società che, in qualità di Autority, si occupa di certificare l’identità, l’autenticità e la sicurezza dei siti web per proteggere transazioni commerciali e bancarie.
Su buypassportsfake.cc è possibile acquistare passaporti falsi – ma, anche carte d’identità e patenti di guida – di 19 Paesi, dall’Australia, all’Italia, dagli Stati Uniti alla Svizzera, Belgio, Regno Unito, Canada, Germania e così via con prezzi che partono da 400 euro per un passaporto brasiliano ai 550 per quello italiano fino ai 900 euro per ottenere un kit con passaporto, carta d’identità e patente di guida degli Usa.
Addirittura nel sito viene spiegato che, per alcuni paesi, è possibile poi inserire il passaporto nel database del Dipartimento di Stato. Con un costo aggiuntivo che va dai 25 ai 110 euro è possibile inserire sul passaporto falso fresco di stampa anche Visti e marche da bollo. Anch’essi, ovviamente, rigorosamente falsi.