Chiara Appendino, primi impegni: dalla festa di San Giovanni al Torino Pride

FacebookPrintCondividi

Primi impegni pubblici per il neosindaco di Torino, Chiara Appendino, che questa mattina ha incontrato i dipendenti del cerimoniale del Comune per la festa di San Giovanni, patrono di Torino, in occasione della quale indosserà per la prima volta la fascia tricolore. Secondo appuntamento, la conferenza stampa del Torino Pride. Nel tardo pomeriggio a partire dalle 19.30, il sindaco accompagnerà una delegazione del corteo per offrire i Pani della Carità e per la consegna dei premi alle tesi di laurea su Torino. Dopo la sosta in Municipio, il Corteo ripartirà percorrendo via Milano, via San Francesco d’Assisi, via Pietro Micca fino all’arrivo in pizza Castello, dove una delegazione con i Gonfaloni della Città e le autorità saliranno sul palco, in attesa che venga acceso il falò.

La Appendino, sorridente, si è concessa alle strette di mano dei cittadini, che si sono complimentati con lei per l’elezione, e agli scatti dei numerosi fotografi presenti per la sua prima uscita ufficiale alla presentazione del Pride Torino. Con lei, oltre al suo staff, l’assessore in pectore alle Pari Opportunità, Marco Alessandro Giusta, presidente dell’Arcigay di Torino. In attesa della proclamazione, la prossima settimana, la Appendino ha chiesto e ottenuto dall’ex sindaco Piero Fassino di indossare la fascia tricolore ai festeggiamenti di San Giovanni che inizieranno nel pomeriggio. Nessuna dichiarazione ufficiale, però, sino a quando non entrerà ufficialmente in carica. Alla presentazione del Pride, in programma il 9 luglio, sono presenti anche il presidente del Consiglio regionale, Mauro Laus, e l’assessore alle Pari opportunità della Regione Piemonte, Monica Cerutti.